Lattazione cambia comportamento dei neuroni nel cervello della madre

La tensione di membrana dei neuroni TIDA oscilla maggiormente durante l'allattamento (a destra) (credito: Thörn Pérez et al., JNeurosci 2020)

La lattazione può arrivare a cambiare, sebbene in maniera temporanea, il comportamento dei neuroni della madre. È quanto rileva un nuovo studio apparso sulla rivista JNeurosci. Anche in questo caso i ricercatori hanno eseguito esperimenti sui topi notando cambiamenti profondi nelle madre dopo il parto, quasi tutti i controllati dall’ormone prolattina.

Come spiegano i ricercatori, i neuroni presenti nell’ipotalamo denominate neuroni TIDA, hanno la responsabilità di produrre la prolattina. Tuttavia, quando c’è la fase dell’allattamento, questi speciali neuroni non tengono più sotto controllo i livelli di produzione di prolattina e ciò può alterare questa caratteristica materna riguardante questi speciali neuroni.

Lo ha notato la ricercatrice Carolina Thörn Pérez mentre analizzava i neuroni TIDA nei topi femmina sia durante l’allattamento che durante il ciclo estrale.
I cambiamenti sono comunque del tutto reversibili: le cellule tornano uno stato normale non appena le mamme iniziano lo svezzamento.
Lo studio è intitolato “Ripristino adattivo dell’attività della rete della dopamina tuberoinfundibolare (TIDA) durante l’allattamento nei topi” ed è disponibile anche su bioRxiv.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Disclaimer medico

Notizie scientifiche.it è un sito di notizie, non di consigli medici. Leggi anche il nostro disclaimer medico.

Dati articolo

Resta aggiornato su Facebook