Le migliori tinture per capelli? Fatte con grafene

Due ciocche di capelli, una bionda e una nera, quest'ultima trattata con il grafene (credito: Chong Luo)

Un nuovo, per certi versi strano, utilizzo per il grafene è stato suggerito da una nuova ricerca apparsa ieri su Chem. Secondo i ricercatori, questo materiale potrebbe essere infatti utilizzato per realizzare le migliori tinture per capelli del futuro, nello specifico per rendere scuri o mantenere neri capelli.
Come si sa, molti degli ingredienti utilizzati dai produttori di tinture per capelli sono rappresentati da sostanze chimiche tossiche. In qualche caso, le stesse tinture, se utilizzate in maniera inappropriata o troppo spesso, possono finire anche per danneggiare gravemente il capello.

La nuova ricerca propone l’utilizzo di sottili fogli di grafene per realizzare tinture che vanno ad aderire perfettamente alla superficie dei capelli in modo da formare una sorta di rivestimento resistente ad almeno 30 lavaggi. Questa nuova tintura non avrebbe poi bisogno di sostanze chimiche ed è questa forse la notizia più gradita.
Gli scienziati hanno mischiato a del gel l’ossido di grafene, una forma di grafene che si forma con atomi di ossigeno e di idrogeno. Il gel risultante è stato provato poi su campioni di capelli biondi e, dopo la fase di asciugatura iniziale (meno di 10 minuti), gli scienziati si accorgevano che il trattamento funzionava perfettamente proprio come un normale colorante.

Le ciocche di capelli venivano infatti rivestite da uno stato di grafene spesso solo 2 micron (un capello umano può essere spesso da 10 a 200 micron). In più questo sottile rivestimento rimaneva sul capello anche dopo 30 lavaggi, più o meno il numero necessario affinché una tintura per capelli possa considerarsi come permanente.

Questi fogli sottilissimi di grafene si sono dunque rivelati un perfetto rivestimento per i capelli e particolarmente adatto a contrastare l’azione dell’acqua durante il lavaggio, uno dei problemi più comuni per quanto riguarda le tinture per capelli, soprattutto quelle di bassa qualità.
Tra gli altri vantaggi, il fatto che i capelli trattati con grafene dissipano l’elettricità statica molto più facilmente e ciò va a contrastare il problema di capelli crespi.

Fonti e approfondimenti



Condividi questo articolo

Resta aggiornato su Facebook: clicca su “Mi piace questa pagina”


Commenta per primo

Rispondi