Livelli più alti o più bassi di emoglobina collegati a rischio maggiore di demenza secondo studio

Livelli più alti o più bassi di emoglobina nel sangue possono essere collegati ad un rischio maggiore di sviluppare demenza anni dopo secondo un nuovo studio apparso su Neurology.
L’emoglobina è quella proteina che rende possibile trasporto dell’ossigeno nei globuli rossi.

Lo studio si è avvalso delle analisi di 12.305 persone con un’età media di 65 anni le quali, all’inizio del periodo durante il quale sono stati prelevati i dati, non soffrivano di demenza.
Il 6% di questo gruppo presentava una forma di anemia. I pazienti sono stati seguiti per 12 anni, periodo durante il quale 1520 di essi hanno poi sviluppato demenza e di questi 1194 hanno sviluppato il morbo di Alzheimer.

I ricercatori scoprivano, analizzando i dati, che le persone con anemia mostravano una probabilità maggiori di 41% di sviluppare Alzheimer e una probabilità maggiore della 34% di sviluppare altri tipi di demenza rispetto ai pazienti che non mostravano segni anemici.
anche le persone con livelli più alti di emoglobina mostravano maggiori probabilità di sviluppare la demenza.

M. Arfan Ikram, autore principale dello studio nonché ricercatore del Centro Medico Erasmus di Rotterdam, Paesi Bassi, così spiega il senso di questa ricerca: “Con circa il 10% delle persone di età superiore ai 65 anni che hanno anemia nelle Americhe e in Europa e fino al 45% nei paesi dell’Africa e del sud-est asiatico, questi risultati potrebbero avere importanti implicazioni per la gravità della demenza, soprattutto perché si prevede che la prevalenza della demenza possa aumentare di tre volte nei prossimi decenni, con i maggiori aumenti previsti nei paesi in cui il tasso di anemia è il più elevato”.

Si tratta di uno studio di coorte che mostra un’associazione, non una causa diretta tra i livelli di emoglobina e lo sviluppo della demenza.
Come spiega lo stesso ricercatore ulteriori ricerche sono necessarie per capire se c’è un ruolo diretto da parte dei livelli di emoglobina nell’aumento del rischio di demenza o se questa associazione può essere spiegata in altro modo.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Disclaimer medico

Notizie scientifiche.it è un sito di notizie, non di consigli medici. Leggi anche il nostro disclaimer medico.

Dati articolo


Resta aggiornato su Facebook