Lumaca gigante che mangia pareti di casa e procura meningite forse estirpata dalla Florida

Esemplare di lumaca gigante (credito: Animal Wire su YouTube)

La lumaca gigante (Lissachatina fulica), conosciuta anche come lumaca di terra africana gigante, potrebbe essere stata estirpata, forse definitivamente, dalla Florida secondo un comunicato emesso da funzionari locali. Si tratta di un animale invasivo che può arrivare a procurare la meningite negli esseri umani e addirittura mangiare lo stucco di casa provocando danni non indifferenti alle pareti.

Giorno “emozionante” per la Florida

Secondo Nikki Fried, commissario per l’agricoltura dello Stato africano, si tratterebbe di un giorno emozionante non solo per la Florida ma per tutti gli Stati Uniti. La lumaca gigante ha procurato danni a diversi livelli non solo in Florida. Considerata a livello mondiale la lumaca invasiva più diffusa, è stata avvistata per la prima volta in Florida nel 2011 e in pochi anni si è diffusa a dismisura tanto che già dopo pochi mesi dalla scoperta c’era stato un primo tentativo di eradicazione da parte delle autorità.

Predilige climi umidi e tropicali

La lumaca gigante, che può raggiungere una lunghezza di 20 cm, è in realtà originaria dell’Africa orientale, probabilmente delle zone del Kenya o della Tanzania. È un animale molto invasivo e un singolo individuo gravido può far nascere, dopo poche generazioni, un’intera colonia. Sembra però prediligere i climi temperati, in particolare quelli tropicali umidi, come quello della Florida dove si è diffusa anche in aree urbane oltre che in quelle agricole e in quelle forestali.

Erbivoro macrofitofago

Si tratta di un erbivoro macrofitofago: mangia praticamente di tutto, dalla materia vegetale alla carta passando per la sabbia e le pietruzze, nonché per le ossa rimanenti dalle carcasse. Ma non si accontenta: può arrivare persino a mangiare il cemento per acquisire la fonte di calcio necessaria per la costituzione del suo guscio. Sono stati riscontrati, inoltre, anche casi di cannibalismo tra lumache della stessa specie mentre in alcuni casi sono state avvistate lumache di questa specie cibarsi di resti di topi e di uccelli.

Può trasportare il nematode parassita Angiostrongylus cantonensis

Si tratta di un animale ermafrodito che può autofecondarsi, sebbene in casi abbastanza rari. Può trasmettere alcuni agenti patogeni ai vegetali e anche agli esseri umani e può danneggiare gli edifici cibandosi dello stucco o di materiali simili per acquisire calcio.
Può trasportare il nematode parassita Angiostrongylus cantonensis, il quale può causare meningite grave negli esseri umani.

Il tentativo di eradicazione nelle isole del Pacifico meridionale

Un tentativo di debellare questa lumaca nelle isole del Pacifico meridionale si è rivelato disastroso: furono importate Euglandina rosea, una specie di lumaca carnivora, per controllare la popolazione di A. fulica. Le A. fulica cominciarono invece a predare le lumache del genere Partula, lumache autoctone, causando l’estinzione di diverse specie.

Video

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Data articolo