Mangiano rene crudo di marmotta e muoiono di peste bubbonica, scatta quarantena

Mangiano il rene crudo di una marmotta e muoiono scatenando una quarantena. È quello che è successo ad una coppia mongola morta a causa della peste bubbonica, infezione causata molto probabilmente, proprio dalla carne cruda della marmotta.
La coppia, residente in un remoto villaggio della provincia di Bayan-Ölgii, al confine con Russia e Cina, aveva mangiato carne i reni crudi del roditore credendo fossero alimenti ottimi per la salute.

A seguito della morte dei due, ben 118 persone che erano venute in contatto con loro, compresi anche alcuni turisti stranieri, sono stati messi in quarantena secondo quanto dichiarato da Ariuntuya Ochirpurev, un funzionario dell’Organizzazione Mondiale della Sanità.
Oggi gli antibiotici possono curare la maggior parte dei tipi di peste e le infezioni trasmesse agli umani, soprattutto attraverso pulci o animali selvatici infetti, sono abbastanza rare tuttavia la stessa malattia può, durante la fase iniziale, diffondersi in maniera incontrollata e attecchire rapidamente se non si prendono le dovute cautele.

Secondo i centri per il controllo della prevenzione delle malattie statunitensi, i sintomi principali della peste bubbonica sono rappresentati da linfonodi gonfi e dolorosi di solito nella zona dell’inguine, dell’ascella e del collo. A questo sintomo possono seguire febbre, brividi, stanchezza estrema e forte mal di testa.

Fonti e approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo


Resta aggiornato su Facebook