Masticare bene il cibo: nuovo studio mostra perché può essere molto utile

Masticare bene il cibo è un’abitudine sicuramente sana. Masticare, secondo quanto riporta un comunicato dell’Università di Waseda, migliora il dispendio energetico che può essere collegato al metabolismo del cibo. Inoltre masticare bene gli alimenti aumenta il livello di motilità intestinale. Infine aumenta la termogenesi indotta dalla dieta, sostanzialmente procurando un livello più grande di generazione di calore nel corpo dopo l’assunzione del cibo.[1]

Termogenesi indotta dalla dieta

La termogenesi indotta dalla dieta è un effetto termico procurato dal consumo del cibo. Questo effetto aumenta il dispendio energetico al di sopra del livello collegabile a quello del digiuno basale. Si tratta di un fattore noto che può essere utile per prevenire l’aumento di peso.
Proprio per capire come masticare possa essere positivo per la termogenesi indotta dalla dieta, un team di ricercatori, guidato da Yuka Hamada e da Naoyuki Hayashi, ha realizzato un nuovo studio pubblicato su Scientific Reports.

Effetti su digestione e circolazione sanguigna

Già in passato lo stesso team di ricercatori aveva collegato la termogenesi procurata dalla masticazione ad una migliore digestione e ad una migliore circolazione sanguigna nella zona dell’addome.
Per capire se la masticazione lenta possa essere effettivamente collegata ad una migliore gestione del peso, i ricercatori hanno analizzato varie caratteristiche del bolo alimentare (il cibo che ingoiamo dopo averlo masticato) su vari volontari.

Esperimenti

Nel corso degli esperimenti i ricercatori chiedevano ai soggetti di deglutire 20 ml di cibo liquido ogni 30 secondi. In una seconda prova, gli stessi soggetti dovevano tenere lo stesso alimento nella bocca per 30 secondi senza masticare, cosa che permetteva un assaggio abbastanza prolungato prima della deglutizione rispetto al normale. Inoltre, in una terza prova, i soggetti masticavano 20 ml di cibo per 30 secondi ad una frequenza di una volta al secondo prima della deglutizione.
I ricercatori prendevano in considerazione anche vari altri fattori, tra cui il senso di pienezza e la fame, e il livello di circolazione sanguigna splancnica (nell’addome) prima e dopo le prove.

Risultati

I ricercatori scontravano un aumento della termogenesi indotta dalla dieta procurata da una maggiore durata della masticazione. Scoprivano che anche lo scambio di gas, l’ossidazione delle proteine e il flusso sanguigno nell’arteria celiaca splancnica potevano essere collegati ad una maggiore durata della masticazione. Dato che questa arteria fornisce il sangue necessario agli organi dell’apparato digestivo, aumentava anche la motilità del tratto gastrointestinale.[1]

Masticare bene aumenta dispendio energetico

I ricercatori giungevano dunque alla conclusione che masticare bene aumentava il dispendio energetico e ciò, a sua volta, può essere d’aiuto per prevenire l’obesità e la sindrome metabolica. “Sebbene la differenza nel dispendio energetico per pasto sia piccola, l’effetto cumulativo raccolto durante più pasti, assunti ogni giorno e 365 giorni all’anno, è sostanziale”, spiega Hayashi.[1]

Note

  1. Chewing to Stay Slim: How to Savor Your Food Better and Dodge Weight Gain, too! – Waseda University
  2. Chewing increases postprandial diet-induced thermogenesis | Scientific Reports (DOI: 10.1038/s41598-021-03109-x)

Articoli correlati

%%footer%%