Metaverso, creato “confine personale” degli avatar per fermare molestatori virtuali

Credito: Tumisu, Pixabay, ID: 6891052

Meta, la nuova società nata da Facebook, ha cominciato a sperimentare un’opzione di “confine personale” per quanto riguarda il mondo virtuale del progetto Horizon, il cosiddetto metaverso. La notizia è giunta dopo che, nel corso delle ultime settimane, diverse persone hanno segnalato problemi di molestie accaduti proprio durante alcune sessioni tenutesi in questi mondi virtuali.

Confine personale

Vivek Sharma, vicepresidente di Horizon, spiega che questa sorta di “confine personale” (denominato “Personal Boundary”) impedirà a tutti gli altri avatar di avvicinarsi troppo e dunque di entrare in contatto “fìsico”. Come spiega Sharma, se un avatar tenta di oltrepassare questo confine personale, il sistema stesso gli impedirà di proseguire in avanti. Inoltre nel momento in cui un avatar tenta di toccare l’altro avatar non verrà inoltrato nessun feedback tattile. In pratica l’utente molestatore non avrà la sensazione di toccare l’altra persona tramite gli appositi “guanti” per la realtà virtuale.

Diverse opzioni “anti molestie”

La funzione dovrebbe essere attivata come impostazione predefinita ma permetterà ancora interazioni con le mani come un saluto con un “cinque” o una stretta di mano. Questa opzione si aggiunge a diverse altre che i tecnici di Horizon stanno aggiungendo per creare una sorta di protezione “anche molestie”. Ad esempio c’è un’opzione che può far svanire le mani di un avatar se quest’ultimo tocca parti inappropriate del corpo dell’altro avatar.

Critiche al metaverso

Già diversi critici dei metaversi hanno preso la palla al balzo, in relazione alle denunce di molestie virtuali di cui tanto si è parlato nel corso delle ultime settimane, per criticare il nuovo fenomeno di realtà virtuale on-line. Secondo i critici gli atteggiamenti negativi come le molestie o anche la disinformazione saranno riprodotti in questi mondi immersivi. C’è da specificare che i metaversi che sono disponibili oggi sono considerabili praticamente come versioni di test. Lo stesso metaverso Horizon Worlds di Facebook necessiterà di moltissime migliorie e modifiche le quali avverranno anche grazie progressi tecnologici che nei prossimi anni seguiranno.

Note e approfondimenti

  1. Introducing a Personal Boundary for Horizon Worlds and Venues

Articoli correlati


Tag

Condividi questo articolo


Data articolo