Mondi acquatici nascosti: svelati gli oceani dei pianeti nani

L’idea che la Terra fosse l’unico corpo celeste nel nostro Sistema Solare a ospitare un oceano è stata radicalmente ribaltata. Studi recenti mostrano che anche le lune ghiacciate e i pianeti nani più freddi e distanti, alcuni oltre Plutone, nascondono oceani sotto la loro superficie ghiacciata. Questa rivelazione, pubblicata su The Conversation da David Rothery, professore di geoscienze planetarie, sottolinea un cambiamento significativo nella nostra comprensione della presenza di nel cosmo. [1]

Il calore sottostante: le forze delle maree all’opera

L’idea che il riscaldamento delle maree possa creare condizioni sufficientemente calde da mantenere l’acqua liquida sotto le superfici ghiacciate ha rivoluzionato la nostra percezione dei potenziali habitat nello spazio. Io, la luna di Giove, offre un ottimo esempio di come le forze di marea possano generare attività vulcanica a causa dell’attrazione gravitazionale tra essa, Europa e Ganimede. Si ritiene che questo stesso meccanismo riscaldi gli oceani sotterranei di Europa e potenzialmente di altre lune, suggerendo che le zone gelide del nostro Sistema Solare potrebbero non essere così prive di vita come si pensava in precedenza.

Svelare oceani nascosti

La ricerca per scoprire questi oceani nascosti ha portato gli scienziati a individuare alcuni candidati sorprendenti, tra cui le lune di Urano e il pianeta nano Cerere. Le osservazioni del James Webb Space Telescope di Eris e Makemake, pianeti nani più remoti di Plutone, hanno fornito prove convincenti di processi chimici che suggeriscono la presenza di oceani sotterranei. Questi risultati, evidenziando le interazioni tra l’acqua e il fondale oceanico, suggeriscono le complesse dinamiche che potrebbero sostenere tali ambienti lontani dal Sole.

La vita oltre la Terra: il compito rimane sempre molto difficile

Anche se la scoperta degli oceani extraterrestri alimenta le speculazioni sull’esistenza di vita aliena, le sfide rimangono. Rapporti recenti della Lunar and Planetary Science Conference suggeriscono che le condizioni all’interno dell’oceano di Europa potrebbero essere troppo dure per la vita come la conosciamo, a causa della resistenza delle rocce del fondale oceanico. Nonostante ciò, la ricerca di comprendere questi mondi lontani e ghiacciati continua a svelare i misteri del nostro Sistema Solare, offrendo scorci allettanti sulle possibilità della vita oltre la Terra.

Approfondimenti

  1. Why there may be oceans inside dwarf planets beyond Pluto – and what this means for the likely abundance of life
Condividi questo articolo

Disclaimer notizie

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L’autore non è responsabile di altri siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Notizie scientifiche.it usa i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione (Leggi di più)

notiziescientifiche.it partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it

Dati articolo