Morti causate da alcol in aumento negli Stati Uniti

I decessi causati dall’alcol sono in aumento negli Stati Uniti nel periodo compreso tra il 1999 e il 2017: è questo il risultato raggiunto da uno studio presentato su Alcoholism: Clinical & Experimental Research che dunque sottolinea ancora una volta quanto il fenomeno dell’alcolismo possa essere grave e continui ad esserlo tutt’oggi.

Secondo i ricercatori, le persone che sono morte e i cui decessi possono essere correlati all’assunzione dell’alcol con un’età pari o superiore a 16 anni è passato infatti da 35.914 a 72.558. Si tratta di un aumento che va dai 16,9 decessi per 100.000 abitanti e arriva a 25,5 decessi.
In totale i decessi collegabili all’abuso di alcol sono stati quasi un milione tra il 1999 il 2017.

Inoltre nel solo 2017, negli Stati Uniti, il 2,6% dei 2,8 milioni di morti registrati nel paese è correlabile all’alcol.
La maggior parte dei decessi può essere correlabile all’abuso dell’alcol e quindi a patologie epatiche oppure all’abuso dell’alcol in congiunzione con altri farmaci.

Tra i maschi si avvertono i tassi di abuso più elevati mentre per quanto riguarda le fasce di età è quella tra i 45 e i 74 anni ad essere quella maggiormente esposta. Considerando invece i gruppi etnici, sarebbero gli indiani americani non ispanici e i nativi dell’Alaska ad essere più esposti.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Disclaimer medico

Notizie scientifiche.it è un sito di notizie, non di consigli medici. Leggi anche il nostro disclaimer medico.

Dati articolo

Resta aggiornato su Facebook