NASA lancia satellite ICESat-2 che misurerà scioglimento dei ghiacci con estrema precisione

Il razzo Delta II in partenza dalla base di Vandenberg Air Force in California

Un satellite per tracciare in maniera molto precisa il livello di scioglimento dei ghiacci della Terra è stato lanciato dalla NASA ieri 15 settembre. Parliamo dell’ICESat-2, una satellite lanciato a bordo del raggio Delta II dalla base di Vandenberg Air Force in California.
Questo satellite è studiato per esaminare in dettaglio le calotte polari e, ancora di più nello specifico, per misurare il livello di scioglimento del ghiaccio con un livello di precisione davvero encomiabile.

La stessa NASA, infatti, dichiara che ICESat-2 sarà in grado di valutare differenze, negli strati di ghiaccio, di appena 4 mm. Si rivelerà dunque uno strumento essenziale per comprendere il cambiamento dello spessore delle calotte glaciali di regioni quali la Groenlandia e l’Antartide che stanno soffrendo, in tal senso, causa il riscaldamento globale.

Il laser di cui è dotato sarà capace, poi, di misurare anche la pendenza del ghiaccio e il satellite potrà stimare, naturalmente, anche l’ampiezza degli strati e delle calotte.
La missione, del costo di un miliardo e mezzo di dollari, segue alla missione ICESat, iniziata nel 2003 determinata nel 2009, e dovrebbe durare tre anni ma sarà possibile prolungarla anche fino a 10 anni, secondo i progettisti.

Fonti e approfondimenti



Condividi questo articolo

Resta aggiornato su Facebook: clicca su “Mi piace questa pagina”


Commenta per primo

Rispondi