Neonati con COVID-19, sintomi più comuni sono problemi gastrointestinali e febbre

I neonati colpiti dal virus della COVID-19 presentano perlopiù sintomi gastrointestinali e febbre secondo un nuovo studio presentato su JAMA Network Open e ripreso da HealthDay. I ricercatori si sono rifatti ai sintomi di alcuni bambini ricoverati in ospedale rimasti infetti da COVID-19: la maggior parte di essi presentava comunque sintomi lievi e il più delle volte questi sintomi erano rappresentati da problemi gastrointestinali. I bambini erano stati ricoverati dal 14 al 31 maggio 2020 presso il centro ospedaliero universitario di Sainte-Justine di Montreal.

In totale ricercatori hanno testato 1165 neonati neonati e il 2% di essi risultava positivo al SARS CoV due, il virus della COVID-19. Un terzo di quelli positivi, poi, ossia 8 su 25, richiedeva il ricovero in ospedale.
Tra i sintomi più comuni per i neonati infetti da COVID-19 i ricercatori riportavano sintomi del tratto gastrointestinale per l’85%, la febbre (temperatura corporea uguale o superiore a 38°) per l’88% e sintomi relativi al tratto respiratorio superiore per il59%. Nessuno dei bambini richiedeva ossigeno supplementare e la malattia era lieve per la maggior parte dei neonati.

In cinque neonati sono state scoperte infezioni concomitanti al tratto urinario ma erano causate dal batterio Escherichia coli. Si tratta di risultati coerenti con ricerche precedenti secondo le quali la maggior parte dei neonati con COVID-19 presenta principalmente sintomi gastrointestinali e febbre e, almeno per la maggior parte dei casi, non necessitano di ventilazione meccanica o di terapia intensiva.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Dati articolo

Resta aggiornato su Facebook