New York pensa di vietare alle persone di fumare mentre camminano

Persona che accende una sigaretta (credito: Pixabay, CC0)

Un consigliere democratico della giunta cittadina di New York sta considerando di proporre una legge che vieta alle persone di fumare mentre camminano. Secondo Peter Koo, infatti, il quale afferma che è in procinto di presentare la proposta di legge già questa settimana, fumare mentre si cammina sottopone le altre persone al fumo passivo.
E sappiamo quanto molti marciapiedi della Grande Mela possano essere affollati di pedoni e passanti, soprattutto in determinate fasce orarie.

A New York è già vietato fumare in tantissimi posti pubblici, a partire da quelli chiusi ma anche in diversi luoghi pubblici all’aperto, come i parchi cittadini.
Nel caso il disegno di legge passasse, le persone sorprese a fumare mentre camminano per le strade cittadine verrebbero mutate di 50 dollari. Già nel 2017 il sindaco Bill de Blasio aveva firmato una legge per ridurre l’utilizzo di tabacco aumentando i prezzi delle tasse locali per i produttori.

La battaglia contro i fumatori e contro il tabacco in generale è aperta già da diversi anni ma già qualcuno mugugna e comincia a lamentarsi: se non si può più fumare all’aperto, dove altro si potrebbe?
Ma lo stesso Koo è sicuro che questo divieto, qualora venisse impugnato in eventuali cause, non violerebbe le libertà civili.

Fonti e approfondimenti



Condividi questo articolo

Resta aggiornato su Facebook: clicca su “Mi piace questa pagina”


Commenta per primo

Rispondi