Nostro cervello prende decisioni prima che ne siamo consapevoli secondo studio

Uno studio pubblicato oggi su Scientific Reports riporta che tramite attività cerebrale inconscia il nostro cervello prende le decisioni spesso ancor prima che ne siamo a conoscenza. Lo studio si è basato su un esperimento condotto nel Future Minds Lab presso la School of Psychology dell’Università del nuovo Galles del sud.
Secondo gli esperimenti, alcune di quelle scelte che noi consideriamo libere in realtà sono state già decise dal nostro cervello fino a 11 secondi prima del momento in cui la scelta viene consapevolmente presa.

Durante l’esperimento veniva chiesto ai pazienti di scegliere tra due immagini, una con strisce orizzontali e un’altra con strisce verticali. Analizzando i responsi dei pazienti tramite una macchina per la risonanza magnetica funzionale (fMRI) e utilizzando tecniche di apprendimento automatico i ricercatori erano in grado di realizzare previsioni riguardo alle scelte volontarie di partecipanti e molte di queste previsioni si rivelavano giuste pur essendo effettuate fino a 11 secondi prima che i pensieri diventassero consapevole.

Secondo Joel Pearson, uno degli autori dello studio, il cervello potrebbe funzionare con pensieri messi in “attesa” a seguito di precedenti attività cerebrali. Questi pensieri influenzano poi la decisione finale ma senza che ne siamo consapevoli: “Quando viene presa la decisione su cosa pensare, le aree esecutive del cervello scelgono la traccia del pensiero che è più forte. In altre parole, se qualsiasi attività cerebrale preesistente corrisponde a una delle tue scelte, allora è più probabile che il tuo cervello scelga questa opzione poiché viene potenziata dall’attività cerebrale preesistente. Questo spiegherebbe, per esempio, perché il pensare continuamente su qualcosa comporta sempre più pensieri su quella cosa, come avviene in un loop di feedback positivo”.

Fonti e approfondimenti

Articoli correlati


Condividi questo articolo

Disclaimer medico

Notizie scientifiche.it è un sito di notizie, non di consigli medici. Leggi anche il nostro disclaimer medico.

Resta aggiornato su Facebook: clicca su “Mi piace questa pagina”


Commenta per primo

Rispondi