Nuova lega di magnesio leggera e resistente sviluppata da ricercatori

Cristalli di magnesio (credito: Warut Roonguthai, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons)

Un metodo per creare leghe di magnesio più resistenti e leggere è stato sviluppato da un gruppo di ricercatori dell’Università Monash, Australia.

Attualmente le leghe di magnesio non possono essere utilizzate in determinati campi, in particolare quelli che prevedono un’applicazione termomeccanica, perché sono spesso soggette a deformazione.
Proprio per questo questo materiale non può essere utilizzato al posto dell’acciaio pur essendo resistente e leggero.

La nuova tecnica sviluppata dagli ingegneri dell’università australiana mantiene intatte le caratteristiche tipiche del magnesio migliorando però l’integrità strutturale e quindi facendo sì che esso possa essere utilizzato, per esempio, anche nell’industria aerospaziale o in quella automobilistica.
Lo studio, apparso su Nature Communications, descrive il metodo utilizzato dai ricercatori che prevede l’utilizzo di una mappatura raggi X.

Secondo Jian-Feng Nie, autore principale dello studio, questo magnesio leggero ha un potenziale enorme in particolare per quelle applicazioni a basso consumo energetico ed ecocompatibile.
La lega, oltre al magnesio, prevede l’utilizzo di neodimio e argento.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Dati articolo


Resta aggiornato su Facebook