Nuova pellicola trasparente di cellulosa risolverà problemi degli imballaggi plastici per gli alimenti?

Credito: VTT Technical Research Centre of Finland

Una nuova pellicola trasparente a base di cellulosa che potrebbe sostituire la plastica che tradizionalmente si usa per gli alimentari, è stata sviluppata da un team di ricercatori del Centro di ricerca tecnica della Finlandia (Teknologian tutkimuskeskus, VTT). Proprio perché è fatto a base vegetale questo nuovo tipo di imballaggio potrebbe risolvere i problemi dell’inquinamento prodotto dagli imballaggi plastici per gli alimenti.

Cellulosa rigenerata oppure ricristallizzata

Lo riferisce anche il comunicato dello stesso VTT: la cellulosa rigenerata oppure ricristallizzata può arrivare a sostituire le pellicole di plastica. Ali Harlin, un professore alla VTT, riferisce che è possibile produrre pellicole di cellulosa trasparenti e flessibili tanto che nemmeno il consumatore può arrivare a distinguere la differenza con il materiale plastico tradizionale. La nuova pellicola può inoltre resistere all’umidità. Il suo tratto più interessante, tuttavia, risiede nella sua natura biologica e dunque biodegradabile: una volta immessa in natura la pellicola comincia a scomparire completamente come può fare un foglio di carta.

Problema del riciclo

Il fatto che la pellicola sia trasparente è fondamentale: numerose ricercano infatti dimostrato che il consumatore vuole vedere il prodotto prima di compararlo. Inoltre c’è il problema del riciclo: spesso la plastica che si usa per gli imballaggi viene gettata via insieme ad altri componenti dello stesso imballaggio che non sono fatti di plastica. Il riferimento va, in particolare, quei componenti fatti di carta o di cartone. Questo significa che la plastica finisce nei meccanismi di riciclaggio della carta e quindi incenerita, procurando effettivamente dei danni all’ambiente.

Nuova pellicola fosse utilizzabile già in 5-7 anni

Una pellicola fatta di cellulosa, invece, limiterebbe questo tipo di danno semplificando di molto il riciclaggio visto che può essere inserito nel ciclo di riciclaggio della carta del cartone, come spiega Atte Virtanen, uno dei responsabili dello studio e della produzione di biomateriali presso il VTT. Attualmente il progetto è ancora in fase pilota ma si prevede che questa nuova pellicola trasparente fatta di cellulosa possa essere utilizzata in ambito industriale già in 5-7 anni.

Note e approfondimenti

  1. Transparent cellulose film to replace plastics | VTT

Articoli correlati


Tag

Condividi questo articolo


Dati articolo