Nuova tecnica di produzione delle lenti sviluppata da ricercatori

Mojtaba Falahati che regge tra le dita una lente realizzata con il nuovo sistema

Uno nuovo metodo per la creazione di lenti che evita l’utilizzo di costosi stampi è stato sviluppato da un gruppo di ricercatori dell’Università Statale di Washington e dell’Università Statale dell’Ohio.
Il nuovo stampo prevede l’utilizzo di goccioline di liquido che possono essere manipolate con magneti. Con il nuovo sistema si possono creare lenti di varie forme e dimensioni, che possono essere utilizzate pressoché in ogni ambito, dalle fotocamere alle auto senza conducente passando per il settore della robotica.

La produzione di massa di particolari tipi di lenti è sempre stata contrastata dai processi di stampaggio e fusione che prevedono l’utilizzo di metodi sofisticati con stampi costosi e complessi. Dato che non vale la pena creare uno stampo per la produzione di lenti a basso volume, come specifica Lei Li, che ha condotto la ricerca insieme allo studente Mojtaba Falahati, il settore della produzione di lenti ha sempre sofferto di una produzione limitata e settoriale.

L’idea è arrivata ai due ricercatori quando hanno posizionato delle minuscole particelle di ferro magnetico in goccioline liquide. Con questo sistema hanno creato un dispositivo che circonda le goccioline con dei magneti. Applicando il campo magnetico, le goccioline assumevano una forma conica e ciò permetteva la creazione di uno stampo per il materiale delle lenti in plastica. Le gocce di liquido restavano separate e potevano essere riutilizzate.

La forma dello stampo può essere cambiata piacere tramite l’utilizzo del campo magnetico.
“Questo nuovo processo ci ha permesso di regolare la forma di una goccia magnetica e di creare lenti senza dover fabbricare costosi stampi”, dichiara lo stesso Li.

Fonti e approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo


Resta aggiornato su Facebook