Nuova tecnica per mantenere colore del capezzolo in uomini operati per riduzione del seno

Le aree del petto del paziente coinvolte nell'operazione chirurgica di riduzione del seno (credito: UT Southwestern, doi: 10.1093/asjof/ojaa013 | Aesthetic Surgery Journal Open Forum | Oxford Academic)

Una nuova tecnica per mantenere il colore del capezzolo in quegli uomini che si sono sottoposti ad un’operazione chirurgica per la riduzione del seno a seguito di significative perdite di peso è stata ideata da un gruppo di chirurghi del Southwestern Medical Center dell’Università del Texas (UT Southwestern).
La procedura viene descritta in uno studio apparso su Aesthetic Surgery Journal Open Forum.

La procedura prevede il taglio effettuato proprio sotto la parte inferiore del seno il quale viene sollevato verso la clavicola onde rimuovere, tramite asportazione chirurgica, il tessuto mammario. In questo modo si riduce anche la pelle extra del torace.
Gli uomini, in particolare quelli con la pelle più scura, infatti, possono perdere il colore naturale dei capezzoli a seguito di queste operazioni. Queste ultime vengono di solito effettuate quando ci sono grosse riduzioni di peso le quali possono essere causate, ad esempio, da altrettanto grossi cambiamenti dello stile di vita oppure da chirurgia bariatrica.

Questo accade perché i vasi sanguigni vengono persi nel momento in cui il capezzolo viene rimosso per poi essere innestato di nuovo sul seno a seguito dell’asportazione del tessuto mammario.
Gli uomini con la pelle più scura sono caratterizzati da una percentuale di probabilità di quasi il 50% di andare incontro ad uno scolorimento del capezzolo.

Con questa nuova tecnica, i vasi sanguigni vengono mantenuti in quanto si taglia e si solleva chirurgicamente il seno per effettuare l’asportazione e poi il lembo della mammella viene riportato in basso alla fine dell’intervento. Ciò dona un aspetto “a petto piatto” evidentemente più desiderabile dai pazienti.
“Questa è una bella alternativa alle tecniche standard di innesto di capezzoli che usiamo da anni. Ci consente di preservare la forma del capezzolo e in molti casi il colore nei pazienti di colore”, spiega Jeffrey Kenkel, uno degli autori dello studio.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Disclaimer medico

Notizie scientifiche.it è un sito di notizie, non di consigli medici. Leggi anche il nostro disclaimer medico.

Dati articolo

Resta aggiornato su Facebook