Nuove nanoantenne per migliori connessioni wireless sviluppate da istituto spagnolo

Nuove nanoantenne che migliorano le connessioni wireless sono state sviluppate da un gruppo di ricercatori del dell’Università Politecnica di Valencia (UPV).
Queste nanoantenne al silicio aprono la porta, secondo il comunicato stampa, a nuovi sviluppi per nanobiosensori miniaturizzati nonché per la progettazione di future reti basate sull’ottica quantistica.

Nello studio, pubblicato su ACS Photonics, si descrive il nuovo tipo di nanoantenna dielettrica, a cui accenna anche Javier Martí, direttore del Centro Tecnologico Nanofotonico della UPV: “Abbiamo sperimentato il primo collegamento dielettrico-plasmonico senza fili grazie a un nuovo tipo di nanoantenna dielettrica che supera i limiti della plasmonica, aprendo la porta a nuove configurazioni ibride. I risultati che abbiamo ottenuto hanno un’implicazione diretta nella progettazione di reti di comunicazione riconfigurabili all’interno del chip, nello sviluppo di dispositivi ottici ultraveloci e nella realizzazione pratica di biosensori ultra-compatti”.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Dati articolo


Resta aggiornato su Facebook