Nuovi composti chimici antidiabetici sviluppati da ricercatori

Nuovi derivati dell’1,2,4-triazolo che hanno proprietà antidiabetiche sono stati sviluppati da un chimico della RUDN University, Youness El Bakri, e dal suo team.
I 17 nuovi derivati appartengono alla classe degli eterocicli, composti organici caratterizzati da una forma ad anello contenente atomi di carbonio e di altri elementi.

Esperimenti hanno già dimostrato che questi composti si rivelano più efficienti dell’acarbosio, un farmaco ipoglicemico già usato.
Gli stessi composti, inoltre, hanno dimostrato proprietà antiossidanti.

I composti, come riferisce il comunicato stampa sul sito dell’università RUDN, potrebbero essere utilizzate per sviluppare nuovi farmaci per contrastare il diabete di tipo 2.
Si attendono i dovuti studi tossicologici e farmacologici in vivo. Lo studio è stato pubblicato su Bioorganic Chemistry.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Dati articolo

Resta aggiornato su Facebook