Nuovo allosauro carnivoro scoperto da resti ritrovati nello Utah

Rappresentazione artistica di Allosaurus jimmadseni che attaccano giovani sauropodi (credito: Todd Marshall, unews.utah.edu)

Una nuova specie di dinosauro carnivoro è stato scoperto a seguito delle analisi di alcuni fossili conservati presso il Museo di Storia Naturale dello Utah. I resti dello scheletro furono trovati nel corso dei primi anni 90 nello Utah nord-orientale.
Secondo i ricercatori si tratta di un dinosauro carnivoro di grosse dimensioni che viveva in un habitat fatto di pianure alluvionali e intricati sistemi di corsi d’acqua, laghi e pianure fangose nel Nordamerica occidentale tra 157 e 152 milioni di anni fa (tardo giurassico).

Era una specie di allosauroide ed è stato denominato dai ricercatori Allosaurus jimmadseni (il secondo termine si rifà al paleontologo James H. Madsen Jr.). La specie viene descritta in un nuovo studio apparso su PeerJ.
Tra le caratteristiche uniche di questa specie il cranio corto e stretto con creste facciali relativamente contenute che vanno dalle corna fin davanti agli occhi.
La specie assomigliava ad uno cugino più giovane molto più noto, l’Allosaurus fragilis, dal quale però sembra differire per un campo visivo minore ed un cranio più leggero e contenuto.

Il jimmadsenisi era lungo tra gli 8 e i 9 metri e pesava circa 1,8 tonnellate. Si è voluto prima del fragilis, almeno 5 milioni di anni prima, ed era uno dei predatori più famelici del suo habitat con le sue lunghe zampe e le braccia dotate di tre potenti artigli affilati.
Si tratta di una scoperta importante perché mostra che nel Nordamerica non era presente una sola specie di allosauro ma almeno due, come spiega Mark Loewen, professore del Dipartimento di Geologia e Geofisica dell’Università dello Utah che ha condotto lo studio.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Dati articolo

Resta aggiornato su Facebook