Nuovo dispositivo creato dal MIT manipola contenuto dei sogni

Il dispositivo inventato dai ricercatori del MIT (credito: Helen Gao)

Non è una tecnica da Inception, che per ora rimanere solo fantascienza, ma il dispositivo sperimentale sviluppato dagli ingegneri del MIT riesce, a detta degli stessi ricercatori che l’hanno creato, a manipolare il contenuto dei sogni delle persone.
Descritto in un nuovo studio apparso sulla rivista Consciousness and Cognition, il nuovo dispositivo innesca esperienze o ricordi all’interno dei sogni mentre le persone dormono.

Si tratta di dispositivo elettronico indossabile denominato Dormio grazie al quale si può realizzare un processo che gli stessi ricercatori hanno denominato “incubazione mirata dei sogni” (targeted dream incubation). La manipolazione avviene durante la prima fase del sonno, quella in cui il soggetto è in uno stato di “confine” denominato “stato ipnagogico” in cui la coscienza compie la transizione dalla veglia al sonno.
In questa fase intermedia, a differenza di quella del sonno REM, i soggetti possono ancora sentire ed elaborare l’audio. Ed è proprio questa “backdoor” sensoriale ad essere sfruttata da ricercatori per manipolare il sogno.

I ricercatori si sono basati su un metodo di riattivazione delle memorie specifiche denominato “riattivazione mirata della memoria”, uno strumento che di solito si utilizza per migliorare il livello di memoria.
Con il dispositivo inventato degli ingegneri del MIT, è possibile inviare dei segnali audio al cervello con frasi che incitano a ricordare qualcosa (ad esempio “ricorda di pensare ad un albero”).
Gli esperimenti sono stati condotti su 49 partecipanti. Questi ultimi venivano svegliati mentre dormivano e dovevano subito riferire cosa stavano sognando.

Il resoconto verbale veniva poi registrato da una particolare applicazione. Dopo queste breve interruzione, i soggetti tornavano dormire.
I ricercatori si accorgevano che il metodo riusciva ad influenzare con un certo livello di successo i sogni. Ad esempio quando il dispositivo spingeva a pensare ad un albero, il 67% dei partecipanti agli esperimenti riferiva di aver effettivamente sognato un albero dopo essere stati svegliati dallo stato ipnagogico.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Disclaimer medico

Notizie scientifiche.it è un sito di notizie, non di consigli medici. Leggi anche il nostro disclaimer medico.

Dati articolo

Resta aggiornato su Facebook