Nuovo farmaco promettente per COVID-19 sviluppato da scienziati di università canadese

Un farmaco sperimentale che sembra bloccare il SARS-CoV-2, il coronavirus che sta diffondendo la patologia COVID-19 in tutto il mondo, è stato realizzato da parte di un team di ricercatori dell’Università della British Columbia guidato dal dottor Josef Penninger.
Nel relativo studio, pubblicato su Cell, i ricercatori lasciano intendere che i primi risultati sembrano promettenti dato che questo nuovo farmaco sembra bloccare il nuovo coronavirus nel momento in cui tenta di entrare nelle cellule.

Anche in questo caso la proteina della superficie delle cellule presa di mira da parte del farmaco è l’ACE2. Negli organismi viventi, questa proteina è un recettore chiave della SARS, la malattia respiratoria che si è diffuso nel 2003.
“Il nostro nuovo studio fornisce prove dirette della necessità che un farmaco – chiamato APN01 (enzima solubile ricombinante umano convertente l’angiotensina 2 – hrsACE2) – che sarà presto testato in studi clinici dalla società biotecnologica europea Apeiron Biologics, è utile come terapia antivirale per COVID-19”, spiega Art Slutsky, scienziato presso il Keenan Research Center for Biomedical Science del St. Michael’s Hospital nonché professore all’Università di Toronto, altro autore dello studio.

Testato su alcune culture cellulari in laboratorio, questo nuovo farmaco ha mostrato di poter inibire la quantità di coronavirus di un fattore di 1.000-5.000.
Inoltre i ricercatori hanno usato repliche ingegnerizzate in laboratorio di vasi sanguigni e di reni umani (si tratta di organoidi cresciuti a partire da cellule staminali umane) per dimostrare che virus SARS-CoV-2 può infettare e duplicarsi anche in questi tessuti.
Proprio l’uso di organoidi viene sottolineato da Núria Montserrat, ricercatore dell’Istituto di bioingegneria della Catalogna in Spagna, in relazione a quanto possano essere utili anche per trattare il virus SARS-CoV-2 o perlomeno per capire le sue modalità di diffusione all’interno del corpo umano.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Disclaimer medico

Notizie scientifiche.it è un sito di notizie, non di consigli medici. Leggi anche il nostro disclaimer medico.

Dati articolo

Resta aggiornato su Facebook