Nuovo materiale fotoluminescente non tossico, economico e stabile creato da scienziati giapponesi

Miscelando il materiale proposto con fosforo giallo, è stato realizzato una pellicola fotoluminescente bianca, a dimostrazione di una delle potenziali applicazioni di questo nuovo materiale. (b) Il colore della pellicola fotoluminescente può essere modificato regolando il rapporto tra il materiale proposto e il fosforo giallo utilizzato (credito: <emAdvanced materials)

Un gruppo di scienziati del Tokyo Institute of Technology dichiara di aver progettato un nuovo materiale che risulta fotoluminescente e che al contempo è economico, non tossico e molto stabile. Questo materiale potrebbe essere utilizzato per varie applicazioni, in particolare per dispositivi ottici ed elettronici.

Secondo gli stessi ricercatori si tratta di una novità in quanto i precedenti materiali fotoluminescenti a zero dimensioni (materiali in cui gli elettroni sono confinati a pochi nanometri e possono essere eccitati per produrre luce) risultano comunque tossici perché si basano sul piombo.

Secondo Hideo Hosono, a capo del progetto, il nuovo materiale “ha mostrato una buona stabilità in condizioni ambientali, cioè nessuna degradazione apprezzabile della resa quantica fotoluminescente (PLQY) nell’arco di due mesi”.

Fonti e approfondimenti



Condividi questo articolo

Resta aggiornato su Facebook: clicca su “Mi piace questa pagina”


Commenta per primo

Rispondi