Nuovo materiale tessile riciclabile al 100% economico da fabbricare

Solvente in poliammide viene applicato su un pezzo di tessuto in poliammide (credito: Università di Borås)

Un materiale tessile definito come “completamente nuovo” che risulta anche più leggero, resistente, anche al calore e alle intemperie, e più economico da realizzare a livello industriale è stato inventato da uno studente di dottorato dell’Università di Borås, Svezia.

Mostafa Jabbari spiega che, almeno inizialmente, ha dovuto affrontare due grandi ostacoli: uno era il livello di adesione degli strati del tessuto non sufficiente e l’altro era la riciclabilità del tessuto stesso, una caratteristica evidentemente primaria per lo stesso ricercatore.

Il ricercatore ha utilizzato la poliammide, una macromolecola che può essere trovata sia in natura che realizzata in laboratorio.
Con questa macromolecola ha realizzato un nuovo tipo di materiale tessile molto più efficiente che può essere riciclato più volte.
Il nuovo materiale, denominato dallo stesso scienziato APCT (all-polyamide composite coated textile), è pressoché fatto interamente di poliammide.

Il procedimento? Lo spiega lo stesso Jabbari nel comunicato stampa apparso sul sito dell’istituto svedese: “Ho sciolto la poliammide con un solvente costituito da acido formico e l’ho applicato come una pellicola sottile sul tessuto di poliammide. La soluzione provoca la formazione di strisce di polimeri nel tessuto. Quando il solvente evapora, completamente senza calore o altri prodotti chimici, i fili di poliammide nella soluzione e il tessuto si intrecciano l’uno nell’altro e il risultato è un materiale tessile completamente nuovo che è impermeabile”.

Gli eventuali utilizzi? Il nuovo tessuto potrebbe essere utilizzato per tendaggi, elementi gonfiabili e per tutte quelle strutture che devono essere molto leggere e al contempo impermeabili.
Lo stesso ricercatore ricorda che questo nuovo materiale pesa il 20% in meno rispetto ad un più classico rivestimento in PVC e, rispetto a quest’ultimo, è molto più economico da realizzare ed è molto più rispettoso verso la natura dato che il processo di creazione non ha bisogno di prodotti chimici o altri solventi artificiali.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Dati articolo


Resta aggiornato su Facebook