Nuovo meccanismo che controlla formazione del grasso scoperto da ricercatori

Un nuovo meccanismo che nei mammiferi è alla base del sistema che regola la creazione del grasso è stato scoperto da un gruppo di ricercatori dell’University of Texas Southwestern Medical Center.
Nello studio, che apparso su Genes & Development, i ricercatori descrivono una famiglia di microRNA che può aumentare i livelli di formazione del grasso.

Le modalità con le quali i geni e le vie molecolari regolano i meccanismi per l’accumulo del tessuto del corpo, sia per quanto riguarda i livelli stessi degli accumuli che le zone in cui questi avvengono, non sono ancora oggi ben compresi e questa ricerca potrà essere di aiuto.
A spiegare la scoperta è Asha Acharya, Esperta di biologia molecolare nonché autrice principale dello studio: “Abbiamo scoperto che la perdita di una famiglia di microRNA porta ad un drammatico aumento della formazione di grasso. Inoltre, abbiamo dimostrato che la sovraespressione della famiglia di miRNA miR-26 protegge fortemente dall’aumento di peso nei topi nutriti con una dieta ricca di grassi”.

Gli stessi ricercatori hanno scoperto che questa famiglia di micro RNA è anche alla base della produzione di una proteina, denominata FBXL19, che a sua volta controlla la produzione di nuove cellule adipose, un risultato dichiarato come “inaspettato” da Joshua Mendell, professore di biologia molecolare, e altro autore dello Studio.
Secondo Mendell, una comprensione più approfondita delle modalità con le quali il corpo produce il grasso potrà portare a nuove terapie per trattare l’obesità, una condizione causata dall’espansione controllata del tessuto adiposo bianco.

Approfondimenti

Condividi questo articolo

Disclaimer notizie

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L’autore non è responsabile di altri siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Notizie scientifiche.it usa i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione (Leggi di più)

notiziescientifiche.it partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it

Disclaimer medico

Notizie scientifiche.it è un blog di notizie, non un sito di consigli medici. Leggi anche il disclaimer medico.

Dati articolo