Nuovo pterosauro vissuto 96 milioni di anni fa scoperto in Australia

Fossile del cranio e della mandibola del Ferrodraco lentoni visto da varie angolazioni (credito: Scientific Reports , DOI: 10.1038/s41598-019-49789-4)

Un nuovo pterosauro, chiamati anche i “dinosauri volanti”, è stato classificato in base alla scoperta di un nuovo fossile nell’entroterra del Queensland.
Questi resti fossili appartenevano ad uno pterosauro vissuto circa 96 milioni di anni fa, un esemplare che vagava nella regione di Winton.

Con la sua apertura alare di quattro metri sorvolava grandi distese in cerca di prede per poi atterrare e spostarsi con tutti e quattro gli arti.
I fossili delle ossa di questo esemplare sono state individuate nei pressi di una piccola cittadina nel 2017 da un allevatore.

Nel corso degli scavi i ricercatori si sono subito resi conto di trovarsi davanti a uno degli esemplari fossili più completi di pterosauri rinvenuti in Australia.
I resti erano composti dai fossili di cinque vertebre parziali, otto ossa appartenenti agli arti, alcune ossa della mascella e del cranio e 40 denti interi o parziali.

Esaminando questi resti, i ricercatori sono giunti alla conclusione che si tratta di una nuova specie che hanno poi denominato Ferrodraco lentoni (il primo termine significa “drago di ferro”, il secondo termine si riferisce all’ex sindaco di Winton, Graham “Butch” Lenton) inserendolo nel gruppo degli Anhangueria.

A distinguerlo da tutte le altre specie di pterosauri classificate fino ad ora sono alcuni denti relativamente piccoli in confronto ad altre specie di pterosauri precedentemente Scoperte.

Approfondimenti

Condividi questo articolo

Disclaimer notizie

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L’autore non è responsabile di altri siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Notizie scientifiche.it usa i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione (Leggi di più)

notiziescientifiche.it partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it

Dati articolo