Nuovo rivoluzionario modem per la futura Internet quantistica funziona anche su fibra ottica

Concept grafico di nuovo modem quantistico (credito: Christoph Hohmann (MCQST))

Può essere considerata come “una rivoluzione” tecnologica che potrebbe cambiare le stesse modalità con le quali interagiamo su Internet. Parliamo dell’Internet quantistica che promette comunicazioni future su Internet a prova di spionaggio e il collegamento di computer quantistici con possibilità di calcolo mai viste prima.
Tuttavia si tratta di una rivoluzione ancora agli inizi, come fa notare un nuovo comunicato stampa dell’Istituto Max Planck di ottica quantistica che presenta quello che può essere considerato come il modem per l’Internet quantistica del futuro.

Per crearlo, Andreas Reiserer e il suo team hanno sviluppato una nuova tecnologia grazie al quale il futuro modem potrebbe essere integrato anche nella rete di fibra ottica esistente oggi. Questa importante integrazione, secondo gli stessi ricercatori, potrebbe essere fondamentale per facilitare l’arrivo della nuova Internet quantistica.
I ricercatori hanno usato atomi di erbio per farli funzionare come qubit stazionari. Hanno utilizzato proprio questi atomi perché in essi gli elettroni riescono a fare un salto quantico che corrisponde con relativa precisione alla lunghezza d’onda dell’infrarosso dei fotoni che viene utilizzata come standard nelle reti in fibra di vetro odierne.

In ogni caso per ottenere questo preciso salto quantico i ricercatori hanno dovuto impacchettare gli atomi in un cristallo trasparente fatto di un composto di silicato di ittrio. Si tratta di un materiale cinque volte più sottile di un capello umano.
Interposto tra due specchi quasi perfetti, questo materiale permette ai fotoni di andare avanti e indietro passando per innumerevoli volte attraverso il cristallo. In questo modo si può ottenere il preciso salto quantico e, dato che gli specchi sono leggermente permeabili agli stessi fotoni, ne consegue che il dispositivo può fungere da “modem” connettendosi alla rete e, secondo i ricercatori, in maniera molto efficace ed efficiente.

Questo nuovo modem quantistico si trova ad uno stadio ancora sperimentale, “una ricerca puramente fondamentale”, come definita nel comunicato stampa. Tuttavia gli stessi ricercatori credono che questo dispositivo abbia tutte le potenzialità per avvicinare ancora di più alla realtà l’Internet quantistica.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Dati articolo

Resta aggiornato su Facebook