Nuovo studio sulla segale scopre effetto su perdita di peso

Credito: Visor69, Pixabay, 2016757

Mangiare prodotti a base di segale può rivelarsi più utile per dimagrire e in generale per migliorare la salute rispetto ai prodotti a base di grano secondo un interessante studio condotto da ricercatori dell’Università di Tecnologia Chalmers, Svezia.[1]
Gli interessanti risultati sono stati pubblicati su Clinical Nutrition[2] e lo studio stesso viene definito nel comunicato come il più grande mai realizzato per capire davvero gli effetti di alcuni tipi di cereali sul peso e sul grasso corporeo.

Gli esperimenti

I ricercatori hanno svolto i propri esperimenti su 242 soggetti, sia uomini che donne, che risultavano in sovrappeso o obesi e che avevano un’età tra i 30 e i 70 anni. Alcuni dovevano mangiare quantità giornaliere di prodotti a base di grano oppure di segale. Lo studio è terminato dopo 12 settimane.

I risultati

I risultati, secondo lo stesso comunicato, sarebbero chiari: coloro che si alimentavano con alimenti a base di segale perdevano, in media, più peso corporeo e i livelli di grasso del loro corpo diminuivano di più rispetto a quelli che assumevano prodotti a base di grano, come spiega Kia Nøhr Iversen Divisione di Scienze dell’alimentazione e della nutrizione della Chalmers.
Per la precisione i soggetti che mangiavano prodotti con segale perdevano una media di 1,08 kg in più rispetto ai soggetti che mangiavano prodotti con grano e la maggior parte della differenza poteva essere attribuita alla perdita del grasso.
La ricercatrice inoltre scopriva che la proteina C-reattiva risultava diminuita del 28% nel gruppo che si era alimentato con prodotti a base di segale rispetto all’altro gruppo.

Controllare se batteri dell’intestino centrano qualcosa

Secondo la ricercatrice, in ogni caso, bisogna anche capire di più riguardo alla differenza con le quale le persone rispondono in maniera diversa agli stessi alimenti in modo da poter arrivare a diete sempre più personalizzate. Proprio per capire questa differenza nello studio appena pubblicato, i ricercatori hanno intenzione di controllare se i batteri dell’intestino centrano qualcosa. Potrebbero avere un ruolo nel metabolismo della segale che potrebbe spiegare la differenza della perdita di peso.

Collegamento con proteina C-reattiva

Secondo la ricercatrice, infatti, già diversi studi in passato hanno mostrato che gli alimenti a base di segale con alto contenuto di fibre tendono a ridurre la proteina C-reattiva. Quest’ultima è un marcatore dell’informazione e un fattore di rischio per le malattie cardiovascolari in alcune popolazioni di individui.
L’effetto può essere collegato alla riduzione di determinate specie di batteri nell’intestino già collegati ad un’integrità ridotta della barriera intestinale.[1]

Prodotti basati sulla segale sono sempre più reperibili

La buona notizia è che i prodotti basati sulla segale sono sempre più reperibili nei normali supermercati in Europa e quindi lo sforzo per passare da grano a segale non dovrebbe essere enorme, come spiega la stessa Iversen. Si potrebbe cominciare dal pane: chi ha intenzione di perdere peso potrebbe sostituire il pane di grano con quello di segale.

Note e approfondimenti

  1. Gli alimenti di segale ricchi di fibre riducono il peso corporeo e il grasso corporeo e influenzano i marcatori di rischio metabolico (IA) (DOI:)

Articoli correlati


Condividi questo articolo

Disclaimer

Notizie scientifiche.it è un blog di notizie, non un sito di consigli medici. Leggi anche il disclaimer medico.

Dati articolo