Nuovo “tatuaggio elettronico” può monitorare cuore per giorni

Il nuovo "e-tattoo" realizzato dai ricercatori della Cockrell School of Engineering dell'Università del Texas ad Austin

Un nuovo cerotto elettronico definito come un “e-tattoo” è stato creato da ricercatori dell’Università del Texas ad Austin. Questo nuovo dispositivo consente un accurato monitoraggio cardiaco e può funzionare ininterrottamente anche per giorni.
“E-tattoo” (tatuaggio elettronico) è la definizione data nello stesso comunicato stampa che descrive il dispositivo a sottolineare il fatto che non è invadente e che è flessibile e molto sottile.

Si tratta di una nuova tecnologia indossabile fatta con un materiale definito dagli stessi ricercatori come elastico e leggero.
Inoltre risulterebbe, sempre secondo i ricercatori, più preciso delle macchine per l’elettrocardiografo odierne, una tecnologia che tra l’altro ha subito pochi cambiamenti negli ultimi 100 anni.

Nella ricerca pubblicata su Advances Science si descrive un dispositivo leggero ed estensibile che viene posizionato sulla pelle, nella zona del cuore, e che non comporta sostanzialmente disagi.
Funziona come elettrocardiografo ma anche come sismocardiografo. Vuol dire che oltre a registrare i tassi di attività elettrica ogni volta che batte il cuore, misura anche le vibrazioni del torace associate agli stessi battiti del cuore.

Più informazioni sulla salute cardiaca possono essere dunque ottenute con questo nuovo dispositivo i cui risultati possono essere letti tramite un semplice smartphone.
Questo perché, secondo i ricercatori guidati da Nanshu Lu, la sola lettura dell’elettrocardiogramma non può essere accurata per determinare la completa salute del cuore. C’è bisogno di ulteriori informazioni e quelle sismocardiografiche possono rivelarsi un utile complemento.

Inoltre lo stesso fatto che questo dispositivo può essere “indossato” per più giorni significa che può fornire un monitoraggio molto preciso e in generale risultati migliori di un’analisi effettuata con i relativi macchinari una sola volta.
Il “cerotto” elettronico è fatto da un polimero piezoelettrico denominato fluoruro di polivinilidene. Quest’ultimo può generare una propria carica elettrica sfruttando i movimenti meccanici.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Dati articolo


Resta aggiornato su Facebook