Nuovo tipo di gastroplastica endoscopica ottima per obesi lievi secondo ricercatori

Obesità (credito: Pixabay, CC0)

Esiste una procedura non chirurgica che aiuta le persone moderatamente obese a perdere peso senza ricorrere a diete particolari o a interventi chirurgici. Parliamo della gastroplastica endoscopica a manica (endoscopic sleeve gastroplasty, ESG). Questa pratica, la cui applicazione dura all’incirca tre quarti d’ora, non richiede incisioni e sostanzialmente nessuna degenza ospedaliera ma comunque anestesia generale.

Prevede l’immissione di un endoscopio attraverso la bocca nello stomaco. Una serie di punti di sutura vengono fatti sul fondo dello stomaco fino alla giunzione gastroesofagea. In questo o modo si rende lo stomaco più “stretto” , come fosse una fisarmonica.
Diversi studi hanno dimostrato che, sul breve termine, l’ESG può stimolare una perdita di peso abbastanza significativa. In media i pazienti su cui è stata attestata perdevano all’incirca il 15% del peso iniziale, livelli di dimagrimento non comparabili alla chirurgia ma comunque promettenti considerando che appunto non siamo di fronte a intervento che comporta incisioni chirurgiche e dunque cicatrici.

Essendo una pratica abbastanza nuova, non si conoscono però ancora gli effetti sui pazienti sul lungo termine.
Secondo Mitchell Roslin capo del programma di chirurgia dell’obesità al Lenox Hill Hospital, New York City, l’ESG potrebbe essere un buon approccio iniziale per chi è caratterizzato da obesità lieve mentre per persone con obesità patologica oppure più grave potrebbe non risultare utile sul lungo termine.

Fonti e approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Disclaimer medico

Notizie scientifiche.it è un sito di notizie, non di consigli medici. Leggi anche il nostro disclaimer medico.

Resta aggiornato su Facebook