Oceani si riscalderanno 11-15 volte in più rispetto al 2005-2019 secondo nuovi calcoli

Credito: roxana_D, Pixabay, 6476661

È abbastanza probabile che i 2000 m superiori degli oceani del mondo, in media, si riscalderanno di 11-15 volte la quantità del riscaldamento che è stata osservata durante il 2005-2019. Questa è la conclusione di uno studio pubblicato su Nature Climate Change, come riferisce un articolo su The Conversation firmato da Kewei Lyu, Giovanni Chiesa e Xuebin Zhang. [1]

I ricercatori spiegano che l’analisi che hanno effettuato prevede che il riscaldamento delle acque provocherà un’espansione di queste ultime e quindi un aumento del livello del mare. I ricercatori hanno calcolato anche questo aumento che dovrebbe assestarsi tra i 17 e i 26 centimetri. E non hanno neanche inserito nei calcoli il conseguente scioglimento dei ghiacci polari che contribuirà ancora di più all’innalzamento dei mari.

L’aumento delle temperature degli oceani, spiegano i ricercatori, è da ricondurre direttamente al parallelo aumento di gas serra nell’atmosfera, aumento a sua volta riconducibile all’utilizzo di combustibili fossili.
I ricercatori si sono rifatti a dati rilevati dagli anni 70 del secolo scorso e a dati rilevati dall’inizio degli anni 2000 tramite dei galleggianti autonomi posti sugli oceani di tutto il mondo nel contesto del progetto Argo.

Questi galleggianti hanno in particolare misurato le temperature dei 2000 m superficiali degli oceani. I dati sono stati poi inviati via satellite a vari centri scientifici in tutto il mondo.
I ricercatori hanno calcolato che il calore globale degli oceani è aumentato senza soluzione di continuità dall’inizio di questo secolo. In base a questi dati, poi, i ricercatori hanno effettuato delle simulazioni per stimare il futuro riscaldamento degli stessi oceani. Sono poi giunti alla conclusione di cui sopra che, secondo i ricercatori, ha una probabilità che supera il 66%.[2]

I ricercatori hanno anche calcolato che mantenere l’aumento delle temperature del prossimo futuro, rispetto alle temperature preindustriali, entro il 2 gradi si rivelerebbe probabilmente utile per ridurre, all’incirca della metà, il riscaldamento previsto da questi calcoli. Con questo contenimento, l’innalzamento globale dei livelli marini si ridurrebbe a 8-14 cm.
L’obiettivo degli accordi di Parigi era di 1,5° centigradi massimi di aumento ma questo limite viene considerato sempre più irrealistico ed ormai irraggiungibile.

Note e approfondimenti

  1. How much will our oceans warm and cause sea levels to rise this century? We’ve just improved our estimate (IA)
  2. Projected ocean warming constrained by the ocean observational record | Nature Climate Change (IA) (DOI: 10.1038/s41558-021-01151-1)

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Data articolo