Oceano Indo-Pacifico si sta riscaldando sempre più e sta cambiando piogge in vasta area del mondo

Modelli di pioggia che cambiano in relazione al riscaldamento sempre più grande dell'Oceano Indo-Pacifico che altera l'oscillazione di Madden-Julian (credito: Roxy M. Koll, Indian Institute of Tropical Meteorology, et al., Nature)

L’oceano Indo-Pacifico si sta riscaldando sempre di più e sta cambiando significativamente i livelli di precipitazioni in una vasta parte del globo che va dai tropici agli Stati Uniti secondo un nuovo studio condotto dal NOAA statunitense.
In particolare questo fenomeno di riscaldamento marino sta influenzando negativamente, facendole e minuire, le precipitazioni delle coste occidentali e orientali degli stessi Stati Uniti.

Lo studio, che è stato pubblicato su Nature, riporta soprattutto il raddoppio delle dimensioni di una vasta massa di acqua calda che sta attraversando il Pacifico occidentale e l’oceano Indiano orientale da diversi anni.
Questa massa di acqua calda si sta espandendo ogni anno sempre di più ed ha già raggiunto le dimensioni della California.

Proprio questo aumento di acqua calda in questa specifica regione marina sta alterando in maniera significativa un fenomeno denominato Oscillazione di Madden-Julian (Madden Julian Oscillation, MJO). Si tratta di un fenomeno climatico che vende le nuvole che producono la pioggia spostarsi verso l’oceano tropicale provenendo dall’area delle Seychelles al largo dell’Africa.
Il fenomeno influenza gli altrettanto importanti fenomeni legati ai monsoni in India e contribuisce a cambiare il clima in una vasta area del globo fino agli Stati Uniti.

“La nostra ricerca fornisce un punto di riferimento critico per determinare quali modelli di computer di cui fidarsi per le previsioni meteorologiche ad ampio raggio, in base alla loro capacità di simulare il comportamento osservato dell’MJO nel cambiare il clima”, dichiara Michael McPhaden, scienziata del Pacific Marine Environmental Lab del NOAA ed uno degli autori dello studio.

Secondo Roxy Mathew Koll, scienziato dell’Istituto Indiano di Meteorologia Tropicale ed altro autore dello studio, queste simulazioni mostrano l’alta probabilità relativa al fatto che l’oceano Indo-Pacifico continuerà a riscaldarsi sempre di più e che questi cambiamenti produrranno alterazioni negli schemi delle precipitazioni globali.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Dati articolo


Resta aggiornato su Facebook