Odio anti-asiatico peggiora la salute degli anziani a San Francisco

I residenti asiatici più anziani di San Francisco restano di più a casa per evitare potenziali attacchi di odio anti-asiatici, che hanno un impatto negativo sulla loro salute mentale e fisica. Questa scoperta, pubblicata su JAMA Internal Medicine, [1] proviene da 80 studi approfonditi interviste a residenti di età pari o superiore a 50 anni.

Isolamento e declino della salute

La ricerca evidenzia che molti asiatici anziani a San Francisco evitano le attività all’aperto, inclusi l’esercizio fisico e la socializzazione. Lingsheng Li, membro della Divisione di Geriatria dell’UCSF, osserva che questo comportamento può danneggiare il loro benessere generale. “Le persone evitano le attività essenziali per paura di attacchi”, spiega Li.

Impatto sulle condizioni croniche

Lo studio ha coinvolto anche interviste con 20 medici sanitari locali, i quali hanno osservato che questo isolamento peggiora le condizioni croniche. Condizioni come l’ipertensione, il diabete e il declino cognitivo si sono intensificate tra i pazienti che sono diventati più isolati. Un medico racconta che il deterioramento cognitivo di un paziente è peggiorato fino alla demenza a causa della riduzione delle attività quotidiane.

Crescente abusi razziali

A livello nazionale, un terzo degli asiatici e degli isolani del Pacifico ha subito abusi razziali nel 2023. A San Francisco, la violenza fisica ha rappresentato un quarto degli attacchi anti-asiatici rivolti a persone di età pari o superiore a 60 anni tra marzo 2020 e Dicembre 2021. Questo ambiente di paura è dannoso per la salute mentale e fisica degli anziani asiatici.

Necessità di screening sanitario

Mentre alcuni medici e pazienti ritengono che lo screening per l’odio anti-asiatico possa essere impegnativo, molti sostengono che sia fondamentale per un’assistenza completa. Li sottolinea l’importanza che gli operatori sanitari affrontino l’impatto del razzismo sulla salute. “I medici dovrebbero dimostrare di preoccuparsi dell’intera persona, non solo dei suoi disturbi fisici”, afferma Li.

FAQ

Perché gli anziani asiatici di San Francisco stanno a casa?

Gli anziani asiatici temono di essere vittime di attacchi razziali, quindi evitano di uscire per proteggersi.

Quali attività stanno evitando gli anziani asiatici?

Evitano attività come esercizio fisico, incontri con amici e familiari e visite mediche.

Quali sono le conseguenze sulla loro salute?

L’isolamento peggiora condizioni croniche come ipertensione, diabete e declino cognitivo.

Quali sono i dati sugli attacchi razziali a livello nazionale?

Nel 2023, un terzo degli asiatici e delle isole del Pacifico ha subito abusi razziali negli Stati Uniti.

Quanto è diffusa la violenza fisica contro gli anziani asiatici a San Francisco?

Circa un quarto degli attacchi anti-asiatici contro anziani a San Francisco ha coinvolto violenza fisica tra marzo 2020 e dicembre 2021.

Cosa suggeriscono i medici per affrontare il problema?

I medici suggeriscono di includere lo screening per l’odio anti-asiatico nella cura completa per mostrare ai pazienti che la loro sicurezza è una priorità.

Qual è la nuova domanda di screening suggerita?

La domanda suggerita è: “Ti senti al sicuro fuori casa?”

Quali sono le raccomandazioni dei pazienti riguardo allo screening?

I pazienti raccomandano fortemente lo screening per l’odio anti-asiatico per dimostrare che i clinici si preoccupano del benessere completo della persona.

Approfondimenti

  1. How Anti-Asian Hate is Worsening Older San Franciscans’ Health | UC San Francisco
  2. Anti-Asian Hate and the Health of Older Asian Individuals | Research, Methods, Statistics | JAMA Internal Medicine | JAMA Network
Condividi questo articolo

Disclaimer notizie

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L’autore non è responsabile di altri siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Notizie scientifiche.it usa i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione (Leggi di più)

notiziescientifiche.it partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it

Disclaimer medico

Notizie scientifiche.it è un blog di notizie, non un sito di consigli medici. Leggi anche il disclaimer medico.

Dati articolo