Onde acustiche diffuse da sotto l’acqua grazie a nuovo dispositivo in metamateriale

Ascoltare il suono proveniente da una posizione posta al di sotto della superficie dell’acqua può risultare difficile se non impossibile e spesso è vero anche il contrario. Una nuova ricerca, pubblicata su Physical Review Letters, mostra che un dispositivo fatto con un nuovo metamateriale può essere utilizzato per eliminare queste vere e proprie barriere acustiche.
Innanzitutto diciamo subito che cos’è un metamateriale: è una struttura artificiale, sotto forma microscopica, la cui permeabilità ai campi elettrici e magnetici differisce dai livelli che sono soliti esistere in natura.

Il team di scienziati ha realizzato un nuovo metamateriale fatto di un guscio esterno metallico a forma di cilindro simile alla forma di uno pneumatico. Il dispositivo, che può galleggiare sull’acqua, permette ai suoni provenienti da una posizione al di sotto della superficie dell’acqua di propagarsi sopra di essa, e dunque nell’aria, in maniera che sia perfettamente udibile.
Questo dispositivo riesce ad aumentare il numero di onde acustiche trasmesse da sotto l’acqua fino al 30% (di solito le onde acustiche che riescono a superare l’acqua sono lo 0,1% o lo 0,2% del totale).

A cosa può essere utile un oggetto del genere? Innanzitutto per migliorare le comunicazioni tra persone divise da grosse masse d’acqua; il primo pensiero va naturalmente a subacquei e a tutte le persone impegnate in sessioni sott’acqua, anche ad una certa profondità.
Inoltre dispositivi del genere potrebbero essere utilizzati per studiare in maniera molto più effettiva le creature marine, in special modo i suoni che queste producono e di conseguenza tante altre caratteristiche, come i loro movimenti, le loro forme di comunicazione, eccetera.

Fonti e approfondimenti



Condividi questo articolo

Resta aggiornato su Facebook: clicca su “Mi piace questa pagina”


Commenta per primo

Rispondi