Ormoni collegati all’allattamento possono cambiare riconoscimento delle emozioni nelle madri

Credito: NIKOLAY OSMACHKO, Pexels, 235243

Livelli più alti di ossitocina, un ormone, rafforzano il legame tra la madre e il bambino e possono essere collegati alla fase dell’allattamento. Un nuovo studio analizza gli effetti della generazione di ossitocina per via naturale per quanto riguarda le madri nella fase di allattamento dato che la maggior parte degli studi precedenti si sono concentrati soprattutto su popolazioni a cui l’ossitocina è stata somministrata artificialmente.
Le differenze individuali sulla presenza di ossitocina nel corpo possono infatti fluttuare, come spiega Masako Myowa, ricercatore del Dipartimento dell’Istruzione dell’Università di Kyoto e autore del nuovo studio pubblicato su Biology Letters.

Il ricercatore, con l’aiuto dei colleghi, ha infatti analizzato i livelli naturali di ossitocina nelle madri e come queste ultime reagivano ai livelli alterati prima e dopo l’allattamento. In particolare i ricercatori hanno analizzato come reagivano alle immagini di volti umani: è noto, infatti, che livelli diversi di ossitocina possono corrispondere a livelli diversi di sensibilità verso persone felici o arrabbiate.
Oltre a confermare che i livelli di ossitocina nelle madri potevano essere molto diversi, i ricercatori scoprivano anche che queste differenze erano collegate alle risposte e alle reazioni da parte delle stesse madri a volti che potevano esprimere espressioni emozionali negative o positive.

Tra le madri che allattavano quotidianamente, quelle con livelli più elevati di ossitocina riconoscevano più facilmente le espressioni positive e mostravano una capacità di riconoscimento delle espressioni negative più ridotta.
I ricercatori notavano, come descritto nell’abstract dello studio, che la fluttuazione dei livelli di ossitocina a seguito dell’allattamento al seno produceva dei cambiamenti nel riconoscimento delle emozioni da parte della madre. I ricercatori non forniscono una spiegazione diretta per questo effetto ma pensano che l’allattamento sia un comportamento multiplo che ingloba diversi effetti fisiologici tra cui le risposte ormonali e quelle allo stress.
“Il nostro obiettivo è comprendere i cambiamenti percettivi e psicologici che si verificano nelle madri. Il nostro lavoro suggerisce che i livelli naturali di ossitocina potrebbero essere un fattore importante”, spiega Myowa nel comunicato stampa.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Dati articolo

Resta aggiornato su Facebook