Oumuamua potrebbe provenire da un sistema stellare binario

Oumuamua (credito: ESO / M. Kornmesser)

Oumuamua, lo strano oggetto astronomico a forma di sigaro che circola Fuori dal nostro sistema e che è ritenuto il primo asteroide interstellare mai osservato, potrebbe provenire da un sistema stellare binario. Lo studio, condotto da Alan Jackson del Center for Planetary Sciences presso l’Università di Toronto, è stato pubblicato su Astronomical Society.

Secondo l’astronomo oggetti come Oumuamua hanno molte più probabilità di venire espulsi da sistemi stellari composti da due stelle invece che da quelli che vedono la presenza di una sola stella. Gli astronomi sono giunti a questa conclusione dopo aver eseguito diversi test riguardanti l’efficienza dei sistemi stellari binari nell’espulsione degli oggetti.

Inoltre gli stessi astronomi hanno concluso che Oumuamua potrebbe essere stato espulso da un sistema stellare binario in cui è presente una stella con una massa alta relativamente calda in quanto un sistema binario del genere vanta un numero maggiore di oggetti rocciosi più vicini.

Oumuamua è uno degli oggetti astronomici più strani mai osservati. Innanzitutto si rivela molto interessante in quanto le probabilità di scoprire un asteroide piuttosto che una cometa al di fuori del nostro sistema solare erano abbastanza basse. Inoltre la sua forma bitorzoluta ricorda quella di un sigaro.

Vanta un raggio di circa 200 metri ed una velocità altissima di circa 30 chilometri al secondo. Fu individuato il 19 ottobre 2017 quando si trovava ad una distanza di circa 33 milioni di km dalla Terra tuttavia la sua orbita molto eccentrica lo ha subito riportato a grandissime a distanza e dunque in una condizione non più facilmente rilevabile.

Fonti e approfondimenti



Condividi questo articolo

Resta aggiornato su Facebook: clicca su “Mi piace questa pagina”


Commenta per primo

Rispondi