Pandemia e quarantena, come affrontare la situazione con i bambini

Gli adulti, nello spiegare la situazione ai bambini per quanto riguarda la pandemia da COVID-19 in corso e soprattutto lo stato di quarantena a cui la maggior parte di noi è sottoposta, debbono anche comprendere che i piccoli hanno bisogno di persone adulte calme e stabili intorno a loro: è quanto ritiene un team di esperti dello sviluppo infantile dell’Università dell’Australia Meridionale intervenuti in un nuovo articolo pubblicato sul sito della stessa università australiana.
“Non c’è dubbio, al momento ci sentiamo tutti un po ‘incerti, ma il panico e la preoccupazione di fronte ai tuoi figli non miglioreranno la situazione”, riferisce la professoressa Victoria Whitington.

I bambini, infatti, prendono forte spunto dalle figure chiave che si trovano intorno, sostanzialmente genitori ed insegnanti. Questo significa che se li vedono preoccupati o anche sentono un tono di voce preoccupato, prima o poi affronteranno questa preoccupazione anche loro.
Bisogna però fare attenzione: ciò non vuol dire che genitori ed insegnanti non devono spiegare ai bambini la situazione che stiamo attraversando ma bisogna farlo con calma, sicurezza, gentilezza e pazienza.
Ed è questo l’unico modo per non infondere angoscia nei bambini stessi, mantenendo un senso di calma intorno a loro, anche non esponendoli troppo ai continui telegiornali, aggiornamenti e trasmissioni televisive, molto spesso sensazionalistiche, sull’argomento.

Inoltre gli stessi genitori dovrebbero far sì che le modalità per fornire informazioni ai bambini siano adatte alla loro età. Ad esempio per i bambini piccoli, si possono fare delle canzoni o dei giochi in modo da ricordare loro cosa debbono fare per stare al sicuro. Per i bambini più grandi, va bene anche un video esplicativo o un documentario che possa spiegare ciò che sta accadendo.
Inoltre potrebbe essere molto utile far sentire i bambini utili nel sostenere familiari e persone care: i bambini vogliono sempre contribuire ed essere consapevoli di poter essere utili anche solo in chiave di sostentamento morale per gli adulti, per loro è molto importante.

Infine, quando si spiega ai bambini che è importante lavare le mani più frequentemente, che bisogna evitare le strette di mano e in generale i contatti fisici e che non bisogna toccarsi troppo il viso dopo aver toccato qualcosa in un luogo pubblico, bisogna far capire loro che non sono azioni da condannare ma piuttosto come azioni preventive.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Disclaimer medico

Notizie scientifiche.it è un sito di notizie, non di consigli medici. Leggi anche il nostro disclaimer medico.

Dati articolo

Resta aggiornato su Facebook