Pannolini fatti con glutine di frumento si rivelano “superassorbenti”

Pannolini fatti con glutine di frumento: è il progetto a cui stanno lavorando alcuni ricercatori guidati da Antonio Capezza, ricercatore dell’Istituto Reale di Tecnologia KTH e dell’Università Svedese delle Scienze Agricolturali SLU. Secondo il ricercatore il nuovo materiale a base biologica fatto con proteine del glutine di grano può gonfiarsi fino al 4000% se immerso nell’acqua e fino al 600% in soluzione salina.
Uno dei comparti più inquinanti a livello globale è proprio quello dei pannolini usa e getta. Molti dei componenti con cui questi pannolini sono fatti provengono da lavorazioni di materiali di origine fossile. Un progetto del genere potrebbe essere un’opportunità enorme per la commercializzazione e l’utilizzo diffuso di pannolini realmente “sostenibili”.

“Se vogliamo essere sostenibili, dobbiamo utilizzare materie prime rinnovabili e che non interferiscano con la principale catena di produzione alimentare in futuro”, afferma ricercatore.
Il nuovo materiale viene descritto in uno studio apparso su Advanced Sustainable Systems e, secondo gli stessi ricercatori, potrebbe essere ancora ingegnerizzato per giungere allo stesso livello qualitativo, in termini di assorbenza dei liquidi, dei pannolini classici, quelli fatti a base di materiali originati dal petrolio.

“Mirando a eguagliare o superare le prestazioni di assorbenza dei superassorbenti a base di petrolio utilizzati in molti pannolini usa e getta, possiamo soddisfare gli standard per la maggior parte delle altre applicazioni che richiedono superassorbenti”, spiega il ricercatore. Il nuovo materiale, infatti, potrebbe essere utilizzato anche per altre applicazioni in cui si richiede un materiale “superassorbente”, ad esempio nel comparto della cura personale o dei prodotti medici oppure nei casi di ritenzione dell’acqua a seguito di inondazioni o piogge.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Dati articolo

Resta aggiornato su Facebook