Pescatori scoprono quattro delfini rosa in fiume boliviano

Due esemplari di delfini rosa di fiume nel Rio Negro, Amazzonia (credito: Auch, CC BY 2.0, Wikimedia Commons)

Con l’aiuto di pescatori locali, un team di ricercatori del WWF e dell’ONG Faunagua è riuscito ad individuare e ad etichettare quattro delfini rosa d’acqua dolce nel fiume Ichilo, in Bolivia. Il fine è quello di capire come assicurare la sopravvivenza di questa specie analizzando meglio quali sono i loro bisogni.
La difficoltà nell’individuarli risiede nel fatto che si tratta di una specie molto rara che tra l’altro, fino a poco tempo fa, gli stessi pescatori cacciavano per usarli come esche per la pesca, come spiega alla Reuters Paul Van Damme, esponente di Faunagua, un’associazione ONG boliviana.

Pescatori possono aiutare tantissimo

In effetti si sa ancora poco riguardo ai delfini rosa di Fiume e gli unici che davvero possono riferire qualcosa riguardo alle loro abitudini, soprattutto quelle alimentari, sono proprio i pescatori. Questi ultimi potrebbero inoltre fornire diverse informazioni riguardo alle migrazioni di questi animali e sulle minacce che gli stessi debbono affrontare.
A tal proposito i pescatori sono stati forniti di una particolare app per lo smartphone per segnare la posizione di questi delfini tramite una tecnologia satellitare.

Delfino rosa di fiume

Il delfino rosa di fiume, conosciuto anche come delfino del Rio delle Amazzoni (Inia geoffrensis) è un cetaceo della famiglia degli Iniidae. Si tratta di delfini fluviali per i quali, ad oggi, è sopravvissuto solo un genere (Inia) mentre altri sei sono considerati estinti.
Per la specie Inia geoffrensis sono riconosciute tre sottospecie: il delfino del Rio delle Amazzoni, il delfino di fiume boliviano e il delfino di fiume dell’Orinoco. Esiste poi anche un’altra sottospecie, il delfino di fiume araguaiano, che però non è stata ancora “ufficializzata”.

Più grande specie di delfino di fiume

È la più grande specie di delfino di fiume: i maschi possono raggiungere 190 kg di peso e il 2,5 m di lunghezza. Il colore rosa, più avvertibile nei maschi, è la caratteristica principale di questa specie che, nel 2008, è stata inserita dalla IUCN nell’elenco delle specie minacciate di estinzione.
A contribuire all’impoverimento del numero di individui di questa specie probabilmente è da ricercare anche nel fatto che il delfino del Rio delle Amazzoni veniva spesso catturato in passato per essere tenuto nei delfinari: solo tra gli anni 50 e gli anni 70 del secolo scorso sono stati centinaia, forse migliaia, gli esemplari catturati per questo scopo. L’unico oggi ancora tenuto in cattività si trova nel parco zoologico di Guistochoca, Perù.

Video

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Data articolo