Piccoli di scimmie dal naso camuso allattati da madri diverse: è il primo caso per scimmie del Vecchio Mondo

Scimmia dal naso camuso allatta figli non suoi (credito: Zuofu Xiang, Science)

Un interessante scoperta è stata effettuata da un gruppo di ricercatori cinesi. Analizzando gruppi di scimmie dal naso camuso nella Riserva naturale nazionale di Shennongjia, situata nella Cina centrale, i ricercatori si sono accorti che la maggior parte dei piccoli veniva allattata da femmine diverse dalla loro madre.
Si tratta di un fenomeno denominato “allattamento allomaternale” e questa è la prima volta che si osserva in un primato non umano del Vecchio Mondo.

L’allattamento si verifica comunque tra parenti e di solito è reciproco; circa il 90% delle madri cura il figlio di un’altra femmina, in particolare se quella femmina ha già precedentemente curato la loro prole.
Si tratta di un comportamento che è nato, a livello evoluzionistico, per sopravvivere in ambienti o in periodi difficili, ed è già stato osservato in vari altri mammiferi, ad esempio nei roditori ma anche in alcune scimmie del Nuovo Mondo.

Questo comportamento riduce i costi riproduttivi postnatali sostenuti dalla madre e migliora in generale la sopravvivenza infantile della specie.
Le scimmie dal naso camuso (Rhinopithecus) vivono infatti in ambienti di solito ad alta quota con inverni molto freddi e abbastanza lunghi e dunque una caratteristica del genere può rivelarsi fondamentale. L’allattamento effettuato da madri diverse caratterizzava soprattutto i primi tre mesi dei piccoli.

Fonti e approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo


Resta aggiornato su Facebook

Commenta per primo