Più alberi intorno a casa favoriscono sonno migliore

Vivere in zone dove sono presenti più alberi e in generale più spazio verde può favorire il sonno e ridurre il rischio di non dormire per il numero di ore necessarie. È quanto hanno scoperto alcuni ricercatori che hanno pubblicato uno studio su SSM – Population Health.

Secondo i ricercatori i parchi, i boschi e gli spazi verdi vicino all’abitazione aiutano a contrastare gli impatti dell’inquinamento acustico e in generale del rumore e, soprattutto durante le estati, limitano l’impatto delle tipiche cappe di calore cittadine, situazioni che possono rendere problematico il sonno.

Inoltre, come spiegano i ricercatori in un articolo pubblicato su The Conversation, un contatto più ravvicinato con la natura riduce lo stress e il discorso vale ancora di più se lo spazio verde vicino all’abitazione, o comunque al locale dove si pernotta, è caratterizzato da un livello di biodiversità più alto, sostanzialmente da più specie di piante.

Non si tratta del primo studio che cerca collegamenti tra le piante e le zone “verdi” e la qualità del sonno. Gli altri studi, tuttavia, non hanno risolto il problema di fondo che può nascere da studi trasversali come questi: è lo spazio verde che supporta davvero un miglior sonno? Oppure i dati sono “macchiati” dal fatto che chi dorme meglio solitamente non ha problemi finanziari e in genere, proprio per questo, può permettersi abitazioni in quartieri migliori per quanto riguarda la presenza di verde?

Secondo i ricercatori questo nuovo studio longitudinale risolve questa problematica. I ricercatori hanno riscontrato probabilità più basse del 13% di incorrere in sonno insufficiente in quelle persone residenti in aree in cui il 30% o più della copertura del terreno, entro 1,6 km di distanza, presentava chiome di alberi.
I risultati erano coerenti anche dopo aver considerato vari fattori che potevano influenzare gli stessi risultati, fattori quali età, istruzione, sesso, codice lavorativo, reddito familiare, eccetera.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Disclaimer medico

Notizie scientifiche.it è un sito di notizie, non di consigli medici. Leggi anche il nostro disclaimer medico.

Dati articolo

Resta aggiornato su Facebook