Pneumocystis jirovecii, nuovo metodo per rilevare infezione sviluppato da scienziati

Un nuovo metodo per rilevare e per eseguire diagnosi più veloci dell’infezione da Pneumocystis jirovecii è stato sviluppato da un gruppo di ricercatori dell’Università di Valencia e della Fondazione per la promozione della salute e della ricerca biomedica della Comunità Valenciana (FISABIO).
Il Pneumocystis jirovecii è uno fungo che può causare una polmonite grave ed è considerato come uno dei più importanti funghi opportunisti che attaccano l’uomo. Uno fungo opportunista è un microrganismo che trae vantaggi, nel corso dell’infezione, dai sistemi immunitari più deboli. Proprio per questo può rappresentare un grave problema, per esempio, per pazienti con HIV o per quelli immunodepressi.

Lo stesso fungo ha un ruolo importante anche nella broncopneumopatia cronica ostruttiva e nella sindrome da distress respiratorio neonatale.
Il nuovo sistema rileva il fungo patogeno in tempo reale con un test PCR. “È stato un lungo viaggio che è finalmente giunto a buon fine perché ora disponiamo di una procedura molto affidabile per il rilevamento rapido del fungo, con evidenti implicazioni cliniche, in particolare nei paesi dell’America Latina”, spiega Andrés Moya, un professore di genetica dell’Università di Valencia che ha partecipato allo studio.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Dati articolo

Resta aggiornato su Facebook