Portare le scarpe in casa è sicuro? Ecco cosa hanno trovato gli scienziati

Credito: newhallpublishing, Pixabay, ID: 7007004

Un team ha voluto approfondire un argomento che interessa a molti: indossare le scarpe in casa, quando si rientra dall’esterno, è sicuro o le preoccupazioni sono esagerate?
I ricercatori Mark Patrick Taylor (Macquarie University) e Gabriel Filippelli (Indiana University Environmental Resilience Institute, IUPUI) spiegano che un terzo della sporcizia che si può accumulare in una casa viene dall’esterno. Può semplicemente entrare da finestre o aperture varie (ad esempio grazie al vento) oppure può essere portato proprio dagli abitanti, in particolare tramite le scarpe.[1]

Trovati germi, microplastiche e prodotti chimici nelle case

I ricercatori hanno analizzato l’esposizione delle persone, provenienti da 35 nazioni diverse tra cui l’Australia, a varie sostanze nocive che possono essere presenti in un’abitazione scoprendo che all’interno delle case possono essere presenti microrganismi patogeni tra cui il famigerato Escherichia coli nonché diversi germi ospedalieri difficili da trattare o resistenti ai farmaci.[4]
Hanno trovato inoltre microplastiche, diversi prodotti chimici disinfettanti o perforati (noti anche come PFAS) nonché elementi radioattivi. Altri studi hanno inoltre trovato tossine provenienti da prodotti chimici che si possono usare nei prati[3] oppure dai residui delle strade asfaltate. Alcune di queste tossine possono interferire con il sistema endocrino.[2]

Piombo, uno dei contaminanti potenzialmente pericolosi

All’interno delle case sono state trovate anche tracce di piombo, un contaminante inodore e incolore per il quale è molto difficile stabilire se proviene dall’interno (ad esempio da una tubatura dell’acqua) o dall’esterno (ad esempio dal terreno del giardino). In ogni caso secondo i ricercatori alcuni studi hanno mostrato che esiste un collegamento tra il piombo dentro le case e quello del terreno del cortile. Probabilmente il piombo viene soffiato dal vento dall’esterno verso l’interno della casa oppure viene calpestato all’esterno e poi portato, dalle scarpe oppure dagli animali domestici, all’interno delle case.[1]

Lasciare le scarpe all’ingresso aiuta

I ricercatori concordano sul fatto che lasciare le scarpe all’ingresso aiuta ad un minor livello di contaminazione domestica degli agenti patogeni che possono essere poi potenzialmente dannosi. In sostanza prevenire è meglio che trattare e togliersi le scarpe prima o subito dopo essere entrati in casa è un’operazione abbastanza semplice che quasi tutti possiamo fare.
Si possono poi tenere vicino all’ingresso delle “calzature da interno” che non vengono mai indossate all’esterno.[1]

Note e approfondimenti

  1. Wearing shoes in the house is just plain gross. The verdict from scientists who study indoor contaminants
  2. A bounding quantitative cancer risk assessment for occupational exposures to asphalt emissions during road paving operations: Critical Reviews in Toxicology: Vol 48, No 9 (DOI: 10.1080/10408444.2018.1528208) (Una valutazione quantitativa del rischio di cancro per l’esposizione professionale alle emissioni di asfalto durante le operazioni di pavimentazione stradale)
  3. Migration of Contaminated Soil and Airborne Particulates to Indoor Dust | Environmental Science & Technology (DOI: 10.1021/es9003735) (Migrazione del suolo contaminato e delle particelle sospese nell’aria nella polvere indoor)
  4. Mechanisms for floor surfaces or environmental ground contamination to cause human infection: a systematic review | Epidemiology & Infection | Cambridge Core (DOI: 10.1017/S0950268816002193) (Meccanismi per le superfici dei pavimenti o la contaminazione ambientale del suolo nel causare infezioni umane: una revisione sistematica)
Condividi questo articolo

Disclaimer notizie

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L’autore non è responsabile di altri siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Notizie scientifiche.it usa i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione (Leggi di più)

notiziescientifiche.it partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it

Dati articolo