Primi fiori in Australia apparsi solo 126 milioni di anni fa

Alcune delle rocce contenenti polline fossile analizzate dalla ricercatrice Vera Korasidis nello stato di Victoria, Australia.

Le prime piante da fiore hanno raggiunto l’Australia solo 126 milioni di anni fa secondo nuove analisi condotte da Vera Korasidis, palinologa dell’Università di Melbourne che ha analizzato vari campioni di polline di angiosperme prodotte da antichissimi fiori e prelevati da diversi siti nello Stato di Victoria, in Australia.

Come termine di paragone in questi casi si utilizza di solito il fiore più antico del mondo, un esemplare appartenenti al genere Montsechia scoperto in Spagna risalenti a 130 milioni di anni fa.
Secondo la ricercatrice le piante più antiche dell’Australia assomigliavano alle odierne magnolie, ranuncoli e allori.

I primi fiori sono apparsi in Australia così tardi perché nelle regioni a bassa latitudine meridionale, quelle della cosiddetta Australasia che comprende, oltre all’Australia, isole quale quelle della Nuova Zelanda, della nuova Guinea, eccetera, la temperatura risultava ancora troppo fredda, rispetto alle altre zone del pianeta, per supportare piante dal genere.

Si è dovuto aspettare i cambiamenti climatici occorsi tra 126 e 100 milioni di anni fa, durante e dopo il tardo albiano, per arrivare ad una vera espansione delle piante da fiore in Australia e negli arcipelaghi vicini.
I primi fiori in Australia erano prodotti per il 72% da specie di angiosperme che vivono ancora oggi.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Dati articolo

Resta aggiornato su Facebook