Primo fantasma mai raffigurato dall’uomo scoperto in tavoletta al British Museum

Irving Finkel ha individuato quello che dovrebbe essere un fantasma (a sinistra) trascinato, e quindi scaciato, da una donna (a destra) (credito: James Fraser e Chris Cobb per The First Ghosts, di Irving Finkel. Fotografia: British Museum)

Potrebbe essere il più antico fantasma riprodotto graficamente dall’uomo mai scoperto quello individuato dal un curatore del British Museum. L’immagine di quello che dovrebbe essere un fantasma è riprodotta su una tavoletta babilonese di 3500 anni fa e a conferma del fatto che si tratta di un’entità soprannaturale ci sono anche brevi “istruzioni” sull’esorcismo di uno spirito non gradito, come spiegano Live Science e il Guardian.

La scoperta è stata fatta nei sotterranei del British Museum a Londra da Irving Finkel, un curatore senior dell’istituto che opera nel Dipartimento degli oggetti del Medio Oriente. Ha prima scoperto questo strano disegno e poi ha tradotto le brevi linee di accompagnamento che fanno da istruzione per l’esorcismo.
Si trattava di rituali, secondo Finkel, che probabilmente a quell’epoca le persone mettevano in atto per scacciare un’entità maligna da una casa, probabilmente in ambito familiare. Non si tratta, dunque, di una raffigurazione semplicemente artistica o eseguita per divertimento ma probabilmente di un supporto grafico all’interno di un vero manuale per scacciare i fantasmi dalle abitazioni.

Si tratta di una piccola tavoletta che sta in una mano e di cui manca la metà. Il testo cuneiforme si rifà ad un’antica lingua del Medio Oriente e a fianco ad esso c’è una piccolissima immagine, che risulta visibile appena ad occhio nudo, che lo stesso Finkel descrive come un piccolo fantasma tirato, con le mani legate, da una donna disegnata di fianco.
Probabilmente la stessa tavoletta serviva durante il processo di esorcismo e veniva sepolta mentre lo stesso esorcista recitava un incantesimo. Le pochissime linee presenti sulla tavoletta citano il dio del sole Shamash che in effetti è ritenuto essere dagli esperti uno dei responsabili della presenza dei fantasmi negli inferi. Il rarissimo disegno fu creato molto probabilmente da un maestro artigiano. Finkel descrive la scoperta anche nel suo nuovo librodi prossima uscita intitolato The First Ghosts: Most Ancient of Legacies.

Articoli correlati


Tag

Condividi questo articolo


Data articolo