Progetto Breakthrough Listen potrà usare anche altri 64 radiotelescopi in Sudafrica per scoprire segnali alieni

I responsabili di Breakthrough Listen, un programma scientifico che si propone di trovare segnali provenienti da civiltà extraterrestri avanzate attraverso l’utilizzo di radiotelescopi, annuncia che, ai fini della ricerca, potrà essere utilizzato anche il potente array di radiotelescopi MeerKAT nella regione del Karoo in Sud Africa.
Si tratta di un’estensione di potenziale significativa considerando che il progetto già può contare sul Green Bank Telescope in West Virginia e sul Parkes Observatory in Australia.

Il progetto, fondato e finanziato da Yuri Milner, un imprenditore e miliardario russo, dovrebbe migliorare in modo significativo le sue capacità e dunque aumentare le probabilità di recepire segnali extraterrestri.
La rete MeerKAT è costituita da 64 radiotelescopi ognuno dei quali largo 13,3 metri. I 64 radiotelescopi lavorano combinando i vari segnali che ricevono singolarmente, caratteristica che aumenta ancora di più la sensibilità di tutto l’array così come l’estensione del campo visivo osservato.

Breakthrough Listen ha inoltre installato un supercomputer nella struttura che coordina i radiotelescopi di MeerKAT il quale permetterà di andare avanti nell’osservazione sostanzialmente 24 ore su 24.
Andrew Siemion, uno dei collaboratori del progetto Breakthrough Listen, dichiara: “Con questo nuovo strumento, saremo in grado di formare più raggi contemporaneamente, ottenendo dati ad alta risoluzione per più oggetti contemporaneamente. Questo integra ed estende le nostre capacità ad altri telescopi, permettendoci di esaminare il nostro vicinato cosmico per individuare tecnofirme più velocemente che mai.”

Fonti e approfondimenti

Articoli correlati


Condividi questo articolo

Resta aggiornato su Facebook: clicca su “Mi piace questa pagina”


Commenta per primo

Rispondi