Pubblicare selfie modificati per migliorarsi crea più ansia e aumenta rischio di disturbi alimentari

Pubblicare le proprie foto modificate digitalmente per migliorare l’aspetto sui social network contribuisce a creare maggiore ansia e può aumentare il rischio di incorrere in disturbi alimentari. Lo studio è stato pubblicato sull’International Journal Eating Disorders.
Inoltre la pubblicazione di foto modificate può causare problemi di peso-forma e può rafforzare la necessità di esercitarsi a livello fisico e di limitare l’assunzione di cibo.

“Dato che sempre più persone si rivolgono ai social media per rimanere in contatto, è di fondamentale importanza che gli altri ti vedano così come sei. Rispetto alle foto modificate, non abbiamo visto alcuna riduzione del numero di like o commenti per foto non modificate su Instagram; conoscere questo potrebbe ridurre pressioni dannose per cambiare il tuo aspetto”, spiega Pamela K. Keel, la ricercatrice dell’Università statale della Florida che ha condotto lo studio.
Lo stesso studio si è basato sull’analisi delle modalità di pubblicazione delle proprie foto personali sui social network di 2485 laureandi, di cui 76% donne.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Disclaimer medico

Notizie scientifiche.it è un sito di notizie, non di consigli medici. Leggi anche il nostro disclaimer medico.

Dati articolo

Resta aggiornato su Facebook