Ragno si catapulta all’indietro dopo accoppiamento per sfuggire a compagna che vuole divorarlo

Philoponella prominens Credito: Akio Tanikawa, Wikimedia Commons, Creative Commons — Attribution-ShareAlike 2.5 Generic — CC BY-SA 2.5

Un ragno tessitore chi sfugge dalla propria compagna che vuole divorarlo catapultandosi via subito dopo l’accoppiamento: questo è il risultato di un interessante studio apparso su Current Biology,[1] come riferisce un nuovo articolo di Science.

Philoponella prominens

Il ragno in questione è quello della specie Philoponella prominens. I ricercatori già sapevano che questo ragno fugge, in maniera anche abbastanza impressionante, dalla compagna dopo l’accoppiamento ma hanno voluto verificare la cosa in laboratorio realizzando anche un video ad alta risoluzione.

Velocità media di 65 cm/s

I ricercatori hanno anche calcolato la velocità nel catapultarsi da parte dei maschi: una media di 65 cm/s. E non solo, dopo essersi catapultati cominciano a ruotare in aria altrettanto velocemente, circa 173 volte al secondo.
Il salto avviene tramite una notevole applicazione di pressione idraulica nelle articolazioni delle zampe anteriori. Con questo gesto fulmineo, il ragno maschio, subito dopo l’accoppiamento, si catapulta all’indietro evitando dunque di essere divorato dalla compagna.

“Guaine” che avvolgono le zampe

A facilitargli il compito ci sono anche particolari tessuti, quasi delle “guaine”, che circondano le zampe e che permettono a queste ultime di contrarsi e di estendersi meglio.
Secondo i ricercatori questo tratto evolutivo si è espresso in questa specie di ragni parallelamente all’usanza, da parte delle femmine, di praticare il cannibalismo.

Video

Note e approfondimenti

  1. To escape death, these male orb-weaver spiders catapult away after mating | Science | AAAS (DOI: 10.1126/science.abq6984)
Condividi questo articolo

Disclaimer notizie

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L’autore non è responsabile di altri siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Notizie scientifiche.it usa i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione (Leggi di più)

notiziescientifiche.it partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it

Dati articolo