Raro galagone nano di montagna esiste ancora, avvistato in Kenya

Galago nano dei monti Taita (credito: Hanna Rosti)

Un team di ricercatori dell’Università di Helsinki conferma che il raro galagone (o galago) nano dei monti Taita (Monti dell’Arco Orientale) o Paragalago orinus (ex Galagoides orinus, detto anche galagone degli Uluguru o galagone nano di montagna) esiste ancora.

Si tratta di un piccolo primate strepsirrinio che vive solo in Kenya e che è stato segnalato per la prima volta solo nel 2002, anno dopo il quale non sono mai state più effettuate ulteriori avvistamenti.

Il piccolo primate, che pesa solo tra i 100 e i 180 grammi, vive in foreste montane nei pressi della catena montuosa di Taita, sud-est del Kenya. Vive ad altitudini comprese tra 1400 e 1950 metri in piccoli gruppi familiari e comunica con gli altri tramite caratteristici versi.
Esistono altre specie di galagone (genere Galagoides, altri scienziati nel 2017 hanno poi proposto uno nuovo genere, Paragalago ), tutte endemiche dell’Africa, e molte di esse si assomigliano tanto che gli scienziati hanno dovuto differenziare tra loro in base ai loro versi.

Trovare questi rari e piccoli primati arboricoli che si allontanano solo durante la notte nella foresta tropicale è risultato abbastanza difficile, come spiega Hanna Rosti, una delle ricercatrici che è riuscita ad effettuare l’ultimo avvistamento: “I galagoni nani fanno salti agili da un albero all’altro e si nutrono di falene, cicale e altri insetti. Li ho visti cacciare nei pressi delle formiche safari che vivono in terra, dove ovviamente sfruttano gli insetti che fuggono dalle voraci formiche.”

I ricercatori ritengono che questo piccolo mammifero sia comunque sull’orlo dell’estinzione. Il tutto dipenderà dallo stato di conservazione delle foreste tropicali in cui vivono.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Dati articolo

Resta aggiornato su Facebook