Realizzata nuova lente per visualizzare nanocosmo ai raggi X

Schema del funzionamento della nuova lente ai raggi X (credito: Light: Science & Applications; DOI: 10.1038/lsa.2017.162)

Visualizzare al meglio il mondo nanoscopico ai raggi X si rivela a volte essenziale in quanto proprio le immagini a questa lunghezza d’onda fanno sì che la comprensione a livello strutturale del mondo nanometrico sia molto più nitida.
Proprio come in un microscopio ottico, per ottenere immagini a raggi X questi ultimi devono essere focalizzati, cosa che si rivela spesso non facile in quanto gli stessi raggi X, per loro natura, penetrano e attraversano la maggior parte dei materiali.

Un gruppo di scienziati tedeschi e cinesi ha realizzato una nuova lente che riflette immagini più nitide di quanto avvenga con i normali dispositivi. Questa nuova lente è costituita da strati alternati di carburo di tungsteno e di carburo di silicio e, secondo i ricercatori, arriva a concentrare i raggi X in un punto dal diametro inferiore ai 10 nanometri.

Si tratta di un dispositivo che infrange la luce raggi X in maniera simile ad un cristallo: modellandoli nella maniera giusta, i raggi possono essere concentrati in un unico fuoco piccole in dimensioni.
La ricerca è apparsa su Light: Science & Applications.

Fonti e approfondimenti



Condividi questo articolo

Resta aggiornato su Facebook: clicca su “Mi piace questa pagina”


Commenta per primo

Rispondi